Quantcast

Raffaella Capria e Denise Barberi “fanno centro”

Successo per lo spettacolo che, in Piazza Prefettura, ha riproposto i più bei successi di Mina e Mia Martini. Stasera la commedia "Bongiornu e auguri"

Le aspettative erano alte. Sia perché le due artiste sono di quelle che hanno scritto la storia della musica italiana; sia perché le interpreti sono tra le voci più belle del panorama calabrese: Raffaella Capria e Denise Barberi. Così l’ultimo appuntamento di “Facciamo centro” non ha deluso il numeroso pubblico che ha partecipato all’evento presentato dall’Associazione “Darca” di Piero Dardano. Presentate da un’impeccabile Simona Palaia, Raffaella e Denise, accompagnati da un’ottima band, hanno proposto un itinerario canoro che ha cercato di fare sintesi di due produzioni musicali, quelle di Mina e Mia Martini, che sono notevoli per quantità e qualità.

E il risultato è stato stupefacente. Già a cominciare dal duetto iniziale, “Insieme”, proseguendo per pezzi memorabili tra i quali “Grande grande grande”, “Anche un uomo” e brani reinterpretati dalla grande Mina come “Avrai” di Claudio Baglioni e “Oggi sono io” di Alex Britti, proposti da una straordinaria Raffaella Capria. Non solo voce ma anche “anima” – e tanta – nella sua esibizione. Così come per Denise Barberi: “La nevicata del 56”, “Almeno tu nell’universo”, “E non finisce mica il cielo” tra le canzoni in scaletta. Per chiudere con il pezzo che Mimì e Loredana Bertè, le due sorelle di Bagnara Calabra, avevano portato a Sanremo nel 1993: “Stiamo come stiamo”.

Circa due ore di spettacolo, “messo in piedi in tempi record e facendo pochissime prove”, hanno sottolineato le due protagoniste sul palcoscenico, che però ha funzionato benissimo, apparendo già ben collaudato nonostante fosse una “prima”. Del resto l’ovazione finale ha rimarcato l’apprezzamento del pubblico, anche per alcuni allievi della “Do maggiore Academy”, la scuola di canto di Raffaella Capria,  che hanno fatto da apripista alla serata: Martina Sorbaro, Gabriella Gualtieri e Vittorio Valia.

STASERA IL TEATRO IN VERNACOLO

Un altro successo per la manifestazione voluta dall’assessore al Turismo Alessandra Lobello, in collaborazione con la Pro Loco di Catanzaro presieduta da Filippo Capellupo e firmata, in qualità di direttore artistico, da Francesco Iaconantonio. Un cartellone che sera dopo sera sta attirando sempre più catanzaresi desiderosi di ritornare alla normalità, anche attraverso gli spettacoli, dopo il lungo periodo di confinamento. E questa sera, c’è scommetterci, ci sarà un altro sold out: in Piazza Prefettura, nel centro storico alle ore 21, di scena il “Teatro Incanto” di Francesco Passafaro, con una delle commedie più belle di Nino Gemelli, “Bongiornu e auguri”.