Quantcast

Frangiflutti colorati come grandi Lego gettati tra le onde del mare. foto

Il porto di Catanzaro ritorna multicolor grazie all’arte di Massimo Sirelli. Un'opportunità di visibilità in più per la città.

Immaginiamo una mano piena di mattoncini colorati e pensiamo di lanciarli nel mare limpido e azzurro della costa ionica catanzarese, l’effetto è quello che possiamo ammirare a ridosso del porto di Catanzaro dove, da questa mattina, i frangiflutti stanno via via prendendo colore come dei Lego giganti e galleggianti fra le onde del mare. L’estro creativo che sta dando un ulteriore tocco di colore alla costa calabra è quello di Massimo Sirelli che nell’anno del Covid ritorna con Catanzaro Colorful, la rassegna artistica del multicolor, dell’immaginazione e dell’emozione. Un progetto, quello del giovane catanzarese, che già nel 2014 aveva ottenuto un grande successo, perché l’immagine del porto con i suoi blocchi colorati era diventata in poco tempo virale, facendo letteralmente il giro del mondo.

Il colore, il media da cui parte l’idea.

“Catanzaro Colorfull racchiude a pieno il mio ambiente di ricerca che è quello del multicolor – ha spiegato Sirelli – il colore di per sé è un media che non necessità di traduttore, è un segno grafico che trasmette emozioni automaticamente, è questo appunto il concetto fa parte del mio ambiente artistico e di sperimentazione.” Niente mediazione dunque tra l’opera e il suo osservatore: i cubi colorati sono lì tra le onde mare, l’emozione che ne deriva nell’osservali è immediata e funge da elemento in grado di stimolare l’immaginazione: “I cubi ricordano in qualche modo dei grandi Lego – ha proseguito – l’idea è proprio quella di immaginarli gettati in mare.”

Dal multicolore di Mendini a quello di Sirelli.

Il paesaggio in cui Sirelli e i suoi collaboratori stanno lavorando è già ricco di colori, quelli naturali da un lato e quelli del mosaico Mendini dall’altro: “Il mio progetto può essere inteso come un filo di congiunzione naturale: ci sono i colori del paesaggio, quelli delle tessere del mosaico Mendini e poi si aggiungono i grandi blocchi che stiamo colorando.” Il mare ha ripreso i colori con cui Sirelli aveva dipinto i blocchi nel 2014 ed ora eccoli nuovamente all’interno del paesaggio per dare un nuovo tocco di originalità.

L’arte di Sirelli: un’opportunità per Catanzaro.

“In un’estate così strana riproponiamo questa idea nella speranza che possa fungere nuovamente da amplificatore di visibilità per la città – ha concluso l’artista – l’evento così come lo hanno definito l’assessore Alessandra Lobello e il Presidente del Consiglio Marco Polimeni è una strategia di marketing territoriale.” L’arte del multicolor a Catanzaro con Sirelli diventa dunque uno strumento di opportunità in più per dare visibilità al capoluogo in questa delicata fase di rilancio turistico post lockdown.