Con “Cuore cantastorie” rivive la tradizione della cultura calabrese

Dal 16 al 19 settembre il Festival nazionale diretto da Francesca Prestia

Dal 16 al 19 settembre il Complesso Monumentale San Giovanni di Catanzaro ospiterà la prima edizione di “Cuore Cantastorie”, il Festival nazionale dei cantastorie di cui è direttora artistica  Francesca Prestia. La manifestazione, ideata dall’associazione culturale “Assoformac” e cofinanziata dalla Regione Calabria,  è dedicata a una figura prestigiosa della cultura calabrese e non solo. Ospitando artisti di fama nazionale e internazionale, “Cuore Cantastorie” intende omaggiare le tradizioni popolari italiane e mondiali, valorizzando le identità storiche in un clima creativo e artistico di conoscenza, inclusione e  interscambio culturale.  Numerosi gli eventi in programma che, per quattro giorni, trasformeranno Catanzaro in luogo d’incontro tra culture e tradizioni diverse attraverso i linguaggi artistici e musicali del mondo dei cantastorie. Saranno proposti tre workshop che coniugano esigenze comunicative e formative, in un contesto dinamico che punta sulla qualità dei contenuti e sulla contaminazione reciproca:

Il programma

mercoledì 16 settembre alle ore 18 “Voce dal Pollino” con il cantastorie Biagio Accardi;

giovedì 17 settembre alle ore 18 “Leyla e Majnun: canti e cunti della Persia antica” con Farzaneh Joorabchi;

venerdì 18 settembre alle ore 18 “Mali sadjo: cunti e canti dall’Africa dell’ovest” con Boto Cissokho.

Sabato 19 settembre alle ore 17 si terrà il convegno “CUORE CANTASTORIE e l’A.I.C.A.” (Associazione Italiana Cantastorie Ambulanti) con Edda “Dedi” De Antiquis (presidente A.I.C.A.), l’etnologo Gian Paolo Borghi, Tiziana Oppizzi e Claudio Piccoli (rivista “Il cantastorie online”), ospite speciale Otello Profazio; modererà l’incontro la giornalista Chiara Fera. Alle ore 22, presso il Terrazzo del Complesso Monumentale San Giovanni, gli artisti Otello Profazio, Francesca Prestìa, Lisetta Luchini e Rita Botto chiuderanno la prima edizione del Festival con un concerto di musica live.

Per tutta la durata di “Cuore Cantastorie”, nelle sale-mostra del Complesso Monumentale San Giovanni, sarà allestita l’esposizione video-fotografica temporanea “I fogli volanti e i dischi dei cantastorie tra Otto e Novecento” ideata e curata dal prof. Gian Paolo Borghi, noto studioso di tradizioni popolari, etnologo e referente scientifico di diversi musei e archivi emiliani, lombardi e veneti. L’esposizione sarà inaugurata mercoledì 16 settembre alle ore 17. Gli orari di visita (previa prenotazione) sono: mercoledì 16 settembre dalle 18 alle 20, giovedì 17, venerdì 18 e sabato 19 dalle 10 alle 13 (visite guidate per studenti) e dalle 16 alle 20.

Ulteriori informazioni sul sito www.cuorecantastorie.it