Chiesa del Monte, redatto inventario in contraddittorio con l’Ordine dei Cappuccini

"Chiediamo che l’amministrazione comunale venga resa partecipe di tutte le attività che ne seguiranno in vista della ripartizione e della consegna dei beni"

Più informazioni su

    Riguardo ai beni culturali custoditi nella Chiesa del Monte, è stato redatto un inventario in contraddittorio con l’Ordine dei cappuccini, alla presenza di due legali, e sulla cui base si procederà a verificare i titoli di proprietà, gli eventuali legati e la storicizzazione dei beni. La conferma arriva, tramite una comunicazione mail, dal neo rettore della stessa chiesa, don Pino Silvestre, nonché vicario dell’arcivescovo di Catanzaro-Squillace, mons. Vincenzo Bertolone. A dare notizia sono gli assessori Danilo Russo e Alessio Sculco, unitamente al consigliere Eugenio Riccio, che nei giorni scorsi avevano avviato una nuova interlocuzione con la Diocesi, ribadendo la massima attenzione sulla problematica da parte dell’amministrazione comunale guidata da Sergio Abramo.

    “Nella nota che abbiamo ricevuto – commentano – si sottolinea come l’Ufficio per i Beni culturali dell’Arcidiocesi, su questa vicenda, abbia agito sempre conformemente alla legge canonica e civile, dopo aver preso atto della decisione dei frati cappuccini di abbandonare la Chiesa del Monte, scelta che rientra nelle esclusive competenze dello stesso Ordine. Prendendo atto dell’inventario che è stato redatto, chiediamo che l’amministrazione comunale venga resa partecipe di tutte le attività che ne seguiranno in vista della ripartizione e della consegna dei beni culturali e artistici ai rispettivi proprietari. Ribadiamo, per l’occasione, l’impegno portato avanti dall’ente al fine di scongiurare il rischio di vedere Catanzaro depauperata di un prezioso patrimonio che conserva un forte legame storico e identitario con la città Capoluogo”.

    Più informazioni su