La catanzarese Lorena Alessandrini approda sul piccolo schermo

Sarà trasmesso il 20 novembre, alle ore 21:30, sul canale 68 del figitale terrestre

Approda finalmente sul piccolo schermo il lungometraggio “il saggio”, un intenso racconto di 60 minuti sul significato profondo della quarantena. Un progetto realizzato dal giovane regista torinese Ivan Pascal Sella in collaborazione con Antony Cavallo e l’associazione culturale Vena Artistica di Vittoria Adamo.

Un’idea che da Torino ha percorso tutto lo stivale, grazie ai social, ed è arrivato a Catanzaro. Si, perché nel video è presente Lorena Rita Alessandrini, giovane arbitro dell’Associazione Italiana Arbitri, Sezione di Catanzaro, nonché praticante avvocato e criminologa, in una veste insolita.

Come ha spiegato il regista, Ivan Pascal Sella, Lorena è l’unica calabrese presente nel video, conosciuta durante un suo passato nell’arbitraggio e poi ritrovata grazie ai social media. Un docu-film già trasmesso nei canali ufficiali del Festival di Venezia e Cannes, il quale, ad oggi, ha avuto varie nominations e vinto 15 premi tra cui: Best Director Award, Florence Film Awards, İnternational Silk Road Film Awardsad, Fiorenzo Serra Film Festival, Popoli e Religioni Selezione ufficiale categoria  Documentari, che approda sul piccolo schermo. Ebbene si, il saggio” sarà trasmesso il 20 novembre, alle ore 21:30, sul canale 68 del digitale terrestre, e sarà visibile in tutta Italia.

Un racconto emozionante sulle emozioni e le sensazioni provate della gente comune e non di tutta la penisola durante l’emergenza Coronavirus, rivolto alle generazioni future che tra diversi anni si porranno delle domande su quanto avvenuto in Italia nel 2020.

L’emozione è stata tanta – ha confidato Lorena Rita Alessandrini- anche perché questa quarantena ha costretto tutti a rivedere i propri piani, vedersi privare degli abbracci e del calore umano della propria famiglia è terribile. Ecco perché, quando ho sentito Ivan Pascal Sella, sono stata felicissima di poter dare un mio piccolo contributo al progetto.

Il lungometraggio vanta, anche, nomi del calibro di  Angelo Maggi, Paolo Belletrutti, Andrea Zirio, Michele Franco, Greta Tedeschi, Giacomo Urtis, Franco Neri, Barbara Morris, Nina de Caprio, Emanuele Picozzi, Daniele Vitale, Mauro Villata, Giampiero Perone, Edoardo Mecca, Giulio Base, Giuseppe Liotti, Daniela Fazzolari, Fabio de Nunzio, Gian Maria Aliberti Gerbotto, Martina Pascutti, Tamara Brazzi, Stefano Bencompagnato, Mauro Tarantini, Gianluigi Nuzzi, Cristina Chiabotto, Vittoria Castagnotto, Alberto Lionetti, Francesca Parrotta, Massimo De Rosa, Wlady, Orlando Orfeo, Donatello Iacullo, Sofia Bartoli, Sabrina Martinengo, Fabio Marchisio, Claudia Campolongo e Beatrice Baldaccini.

La voce narrante è invece  del famoso doppiatore delle voci di Tom Hanks, Ironman, Simpson e Toy Story 4 Angelo Maggi; il quale, nelle vesti di un padre e di un nonno, accompagna gli spettatori per tutto il commovente viaggio emozionale dei vari partecipanti, provando a lasciare degli insegnamenti morali come solo un “saggio” (ecco da cosa nasce l’idea del titolo) può riuscire a trasmettere.

Un’ora che vale la pena di gustare, per comprendere quanto la sofferenza può segnare nel male, ma anche, nel bene la vita delle persone e come si può uscire più forti dalle situazioni tragiche e devastanti.