Quantcast

In libreria successo per ‘Il filo dello stupore’ della catanzarese Antonella Pane

Tasselli dell'infanzia, della giovinezza e della maturità compongono un puzzle in cui il lettore rimarrà incastrato

Più informazioni su

    Successo per il libro ‘Il filo dello stupore’ della scrittrice Antonella Pane, originaria di Carlopoli, in provincia di Catanzaro. Il  libro è il racconto di Angelica, una donna che ripercorre la propria storia senza veli e infingimenti, alla ricerca del proprio Sé e di Dio. L’autrice narra la sua vita iniziando il viaggio a quarant’anni, lasciandosi guidare dall’esplosione di emozioni che finiscono con il coinvolgere il lettore in prima persona.

    Con uno sguardo capace di penetrare l’intima essenza delle cose cogliendone i nessi invisibili, la protagonista smaschera, attraverso lo stupore, aspetti sconosciuti a se stessa. Le relazioni sbagliate, le sfide professionali, l’urgenza di comprendere per mezzo della psicoanalisi la causa dei propri insuccessi, il rifugiarsi nel silenzio dei conventi alla ricerca del proprio Dio, il superamento della crisi matrimoniale portano la protagonista a ritrovare una maggiore consapevolezza.

    Tasselli dell’infanzia, della giovinezza e della maturità compongono un puzzle in cui il lettore rimarrà incastrato, scoprendo di esserne un tassello.

    Antonella Pane è nata nel 1955 a Carlopoli (CZ), in Calabria. Ha vissuto per 18 anni, fino al conseguimento della maturità classica a Catanzaro. Dopo essersi laureata a Perugia  in Lettere classiche si è trasferita a Roma dove ha lavorato in Aeroporti di Roma e presso Bulgari s.p.a.,  occupandosi di selezione, formazione e sviluppo del  personale.

    Ha poi svolto in varie aziende l’attività di Executive e Corporate Coach, come libera professionista,  e ha insegnato Metodologie della formazione e dello sviluppo delle risorse umane all’Università di Padova. È autrice di numerosi saggi sulla formazione e sul coaching.

    Attualmente svolge il ruolo di coach e collabora con una comunità agricola di accoglienza ad Amandola, nelle Marche, dove vive. Questo è il suo primo romanzo.

     

    Più informazioni su