Quantcast

Cara Catanzaro: ‘Duomo chiuso da quasi quattro anni: un silenzio preoccupante’

"Nel 2017 la giunta regionale ha stanziato un finanziamento di  due milioni di euro e seicentomila per il risanamento della cattedrale, tuttavia non conosciamo lo stato della procedura amministrativa"

Più informazioni su

    “Quest’anno ricorrono 900 anni dalla costruzione del Duomo di Catanzaro: era infatti l’anno 1121, quando Papa Callisto II, consacrò il luogo di culto dedicandolo a Santa Maria Assunta ed agli Apostoli Pietro e Paolo. Nel corso di questi secoli la cattedrale della nostra città ha superato varie vicissitudini che ne hanno modificato la struttura originale, si pensi soltanto alla ricostruzione avvenuta nel corso degli anni ’50 del secolo scorso, in conseguenza delle distruzioni causate dal bombardamento alleato del 27 agosto del 1943. Tuttavia non è mai venuto meno l’affetto dei catanzaresi per il loro Duomo, riconosciuto da sempre come luogo di fede e spiritualità per generazioni di fedeli. Purtroppo, il luogo di culto è chiuso ormai dal mese di marzo del 2017, in seguito al crollo del soffitto di una delle cappelle laterali e non si hanno notizie circa una sua riapertura”. A riaccendere i riflettro sulla questione è l’associazione culturale Cara Catanzaro.

    “Da quelle in nostro possesso – proseguono dall’associazione –  sappiamo che nel 2017 la giunta regionale ha stanziato un finanziamento di  due milioni di euro e seicentomila per il risanamento della cattedrale, tuttavia non conosciamo lo stato della procedura amministrativa che dovrà concludersi con l’avvio dei lavori di riqualificazione. Siamo consapevoli della complessità dell’iter burocratico che vede il coinvolgimento di più enti: la Curia, la Sovrintendenza ai Beni Culturali e la Regione Calabria, ma crediamo anche che sia necessaria una maggiore incisività per arrivare alla conclusione della procedura ed all’avvio dei lavori.
    Per questo motivo invitiamo il nostro Arcivescovo, Mons. Vincenzo Bertolone, ad adoperarsi al massimo per restituire ai fedeli il Duomo della città, certi che con la sua autorevolezza saprà superare eventuali problematiche di tipo burocratico. Inoltre, chiediamo anche al Sindaco, Sergio Abramo, pur consapevoli che il Comune non ha competenze dirette nella vicenda, di avviare un’interlocuzione con gli enti coinvolti, affinché si possa arrivare ad una celere definizione della questione. La città capoluogo di regione non può certo restare ancora a lungo senza la sua Cattedrale, e il silenzio assordante attorno alla vicenda – concludono da Cara Catanzaro – non fa che procurare dubbi e preoccupazioni, per dissipare i quali tutte le parti in causa sarebbe opportuno riferissero alla cittadinanza sullo stato dei fatti’.

     

    Più informazioni su