Quantcast

Sellia: ci sono i finanziamenti per ristrutturare il castello medievale

Il primo cittadino Davide Zicchinella promette un cantiere da più di due milioni di euro

Sellia allontana l’incuria dal suo maniero. Ci sono i finanziamenti  per ristrutturare  il castello del piccolo borgo medievale che, secondo tesi di preparati archeologi, è di origine bizantina e risalirebbe al 900  d.c.

Si interverrà sul castello, ma non si trascurerà l’area adiacente per prevenirla da rischi idrogeologici.

Il primo cittadino Davide Zicchinella promette un cantiere da più di due milioni di euro. Ha scritto il giovane consigliere provinciale: “  Avevamo promesso che non avremmo assistito, inermi, al definitivo crollo dei resti del nostro Castello. Alla sua totale perdita. Il destino sembrava segnato. Troppe difficoltà. Perché il castello era di proprietà privata. Perché le risorse per il  recupero dei beni culturali, di anno in anno, vengono ridotte… (Se pensiamo che hanno lasciato crollare diversi manufatti a Pompei!!!). Perché nessuno aveva mai pensato prima di realizzare un progetto di recupero. Ma non ci siamo arresi! Non potevamo. Specie ora che davanti a questo maestoso e antichissimi manufatto passa pure la nostra Teleferica, che ci permette di poterlo ammirare anche in volo.  Essendo il costone su cui sorge il castello a forte rischio idrogeologico siamo riusciti ad ottenere un finanziamento di 1 milione di euro per la messa i  sicurezza di questo costone e di quello sovrastante la Timpa di Pallade.

Il 24 agosto è partita la procedura di gara per mettere in sicurezza costone e castello. L’importo dei lavori è di 700mila euro. Contestualmente abbiamo iniziato un’ opera di studio dei resti del castello in collaborazione con dei giovani archeologi dell’Università di Bari e di Roma. Stiamo lavorando per mettere in piedi una partnership con le due prestigiose università. Da una prima analisi sembra confermata l’origine Bizantina del nostro Castello. La sua datazione può farsi risalire al X Secolo (900 d.c, 1100 anni fa!). Perché quando si programma il recupero di un bene artistico e culturale bisogna farlo bene, secondo un giusto criterio di conservazione e valorizzazione. Quello che stiamo facendo a Sellia. Entro fine anno espleteremo le procedure di gara. Per la prossima primavera potrebbero iniziare i lavori. Intanto a breve partiranno i lavori della messa i  sicurezza delle Vie del Mulino. Nella parte bassa del paese. Un finanziamento di 2.4 milioni per consolidare un pericoloso fronte di frana sottostante diverse abitazioni. 1.653.000 di lavori. In pochi mesi partiranno a Sellia lavori di messa in sicurezza del territorio per 2.353.000. #Maipaghi #cresciamoancorainsieme“

Sellia: un piccolo borgo capace di realizzare grandi opere.