Quantcast

MGFF, l’imitatrice Gabriella Giordani riceve il Premio Vigliaturo

Consegnatole dalla Gioielleria Megna per la sua straordinaria bravura, genuinità e sana comicità

E’ andato ad Gabriella Giordani, alla sua comicità e capacità di portare con lei sul palco tantissimi personaggi con straordinarie imitazioni e divertentissimi sketch, il terzo premio Vigliaturo consegnatole, ieri sera, sul palco del Magna Graecia Film Festival da Tommaso Megna della Gioielleria Megna del quartiere Lido di Catanzaro.

All’imitatrice, che da sempre riesce a far sorridere il pubblico e che anche ieri è stata in grado di portare una buona e sana ventata di comicità tra il pubblico, i fratelli Megna e la direzione del festival hanno inteso riconoscere le brillanti doti artistiche con il prezioso premio ideato dall’artista calabrese Silvio Vigliaturo.

L’opera in vetro colorato, creata appositamente per la rassegna, è unica nel suo genere, proprio per questo, in grado di richiamare e valorizzare l’originalità di alcuni artisti del mondo del cinema e dello spettacolo  che hanno saputo lasciare un segno nell’arte contemporanea: “Il premio è stato concepito per creare un punto di unione tra la bellezza dell’arte calabrese e l’affascinate mondo del cinema – hanno spiegato i fratelli Megna – Vigliaturo con le sue creazioni è in grado di veicolare tutta l’essenza dell’estro nostrano: originale, unico, prezioso e bello. Quello del maestro calabrese è un premio che riconosce l’impegno e la straordinaria bravura degli artisti che si stanno susseguendo sul red carpet della kermesse di Gianvito Casandonte, una tra queste è certamente la splendida Gabriella Giordani.”

E dopo aver consegnato il premio Vigliaturo ai due statunitensi John Savage e Nick Vallelonga, il terzo premio non poteva che andare ad un’artista nostrana e genuina, una donna che ha fatto strada con impegno e passione divenendo un’icona di semplicità, schiettezza e sana comicità.