Quantcast

Chiusa la mostra “Chagall. La Bibbia” Assessore Cardamone: “Grande lavoro di squadra”

La programmazione del complesso San Giovanni proseguirà, a stretto giro, con ulteriori eventi espositivi

Dichiarazione dell’assessore alla cultura Ivan Cardamone.

“Ha chiuso ufficialmente i battenti la mostra “Chagall. La Bibbia” dopo quasi cinque mesi di attività espositiva al Complesso monumentale San Giovanni. E’ stata un’esperienza intensa e positiva, frutto di un grande lavoro di squadra guidato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro, insieme ad Arthemisia, grazie al contributo della Regione Calabria nell’ambito dei bandi destinati al sistema museale che hanno premiato la proposta della città capoluogo. Una sinergia che è stata impreziosita dal contributo di Domenico Piraina alla curatela e dalla collaborazione preziosa dello staff di 4Culture che gestisce i servizi museali.

Non è stato facile allestire un evento di questo genere nel periodo dell’immediata riapertura dei musei, dopo la lunga chiusura per l’emergenza covid, e con a cavallo la stagione estiva. L’amministrazione Abramo, inoltre, per poter godere del finanziamento regionale, ha dovuto rispettare un preciso cronoprogramma, riuscendo anche ad ottenere una proroga per i visitatori fino al 10 ottobre. Tuttavia, il territorio ha risposto positivamente all’iniziativa che ha dato voce, soprattutto, alla necessità di una ripartenza nel settore che è stato tra i più penalizzati dalla pandemia.

E’ doveroso, in tal senso, ringraziare anche la Fondazione Cultura e Arte che, con il suo sostegno, ha reso possibile la visita gratuita dagli studenti di tutta la provincia, sebbene l’interruzione delle attività didattiche in presenza abbia, per forza di cose, limitato questa importante opportunità. La mostra è stata accompagnata, ancora, da diversi incontri tematici dedicati all’influenza storica della presenza ebraica in Calabria, che hanno fornito diversi spunti di interesse anche rispetto al dibattito attuale.

La programmazione del complesso San Giovanni proseguirà, a stretto giro, con ulteriori eventi espositivi e sono convinto che il lavoro di squadra, portato avanti nel corso di questi ultimi anni, potrà produrre ancora altri risultati significativi per la crescita culturale, l’indotto e l’immagine della città”