Quantcast

Spesa amica e altre forme di soldarietà: Uici e Univoc Catanzaro sempre attivi

In particolare sostegno mensile donato ai diversi nuclei familiari ma anche a diverse strutture di accoglienza territoriali con utenti stranieri ma anche donne vittime di violenza e mamme con minori

Il dovere di solidarietà – ricorda un comunicato dell’ l’UICI (Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti) e l’UNIVOC (L’Unione Nazionale Italiana Volontari Pro Ciechi ) -dovrebbe guidare le nostre azioni, nonché quelle del nostro Paese, nella nostra stessa Costituzione costituisce uno dei principi fondamentali.

Ma quanto costa donare?

Non si può dare valore allo sguardo di una madre che riceve tanti doni per la sua piccola bimba appena nata.

A tutti coloro che si sono ritrovati in condizioni di disagio economico, familiare e sociale che l’UICI e l’UNIVOC di Catanzaro hanno provveduto nel corso della pandemia e continua a farlo, con la spesa amica : raccolta e distribuzione di beni di prima necessità grazie anche al supporto di donazioni di terzi e al lavoro incessante dei volontari.

Un sostegno mensile donato ai diversi nuclei familiari ma anche a diverse strutture di accoglienza territoriali con utenti stranieri ma anche donne vittime di violenza e mamme con minori.

L’ultima azione solidale è stata realizzata con la collaborazione spirituale di Padre P.P. che ci ha accompagnato in alcune giornate, per dare il benvenuto al mondo alla nuova arrivata con la consegna di beni come pannolini, vestitini salviette ,creme e augurare un buon inizio scolastico a tutti i bimbi che hanno ricevuto tutto il necessario come zainetti, colori, borracce ,matite, album ed altro.

Ma la solidarietà, non va data per scontata. La si deve anche imparare già da piccoli, insieme all’empatia e alla comprensione degli altri.

Noi sicuramente non ci fermiamo, consapevoli che tutti hanno il diritto a vivere una vita dignitosa”.