Quantcast

Psico Alchimie 7.0, il romanzo di Mauro Notarangelo che parla di tutti e a tutti

Il professionista catanzarese raccoglie i pensieri e le riflessioni condivise in tempo di pandemia per aiutare i lettori a traghettare verso una nuova consapevolezza di sè

“Si crede che occorra un atto di coraggio per cambiare se stessi. Per cambiare se stessi occorre perdere qualcosa, magari la paura della paura, per poi ritrovarsi in mano il coraggio e scoprirsi semplicemente coraggiosi. Siete di fronte ad una scelta! E’ arrivato il momento. Intendete questo scritto come una goccia d’opportunità in un mare di possibilità. Acquistate questo libro. Prendete penna e taccuino. Incominciate a leggere e al contempo scrivere su carta bianca le vostre sensazioni, percezioni, emozioni, i vostri pensieri. Ne verrà su un romanzo nel romanzo e pian piano vi riconoscerete”.

E’ così che Mauro Notarangelo, specialista in psichiatria e psicoterapeuta, presenta il suo libro ai potenziali lettori di Amazon, il canale che per ora ha scelto per la vendita di quello che definisce un romanzo quantico.

Dai post sui social, di cui ha autorizzato la condivisione, alle lunghe riflessioni diventate dei veri e propri pezzi pubblicati su Catanzaroinforma, tutto in un tempo che l’umanità faticherà a dimenticare ormai rubricata come il tempo della pandemia, fino ad un libro dal titolo Psico Alchimie 7.0.

Un romanzo quantico che non può essere letto tutto d’un fiato, in cui i protagonisti, se pur immaginati in carne ed ossa, in realtà sono i sentimenti, quelli che abbracciamo, quelli da cui ci facciamo abbracciare, ma anche quelli che ci soffocano, e che, nella penna di Mauro Notarangelo, diventano quasi altre persone da incontrare di cui non avere paura ma con cui camminare nel lungo tragitto che è la vita, attraverso i sentieri spesso sconosciuti a noi stessi che sono l’anima, la mente.

Perché se è facile capire quando una parte visibile del nostro corpo non funziona, perché ci fa male, perché magari portiamo i segni, più difficile è capire quando sono anima e mente ad avere bisogno di noi, della nostra attenzione. Un amore tradito, la paura, il panico, possono diventare un’opportunità, per diventare migliori, per fare una scelta di libertà, risolvendo il complesso intreccio delle emozioni alla conquista di una nuova consapevolezza di se stessi rispetto al mondo.

Psico Alchimie 7.0 non è un libro terapeutico così come lo si potrebbe intendere tradizionalmente. E’ una sorta di diario, che qualcun altro ci ha fatto il favore di scrivere, ma nel quale trovare un pezzetto delle nostre piccole, grandi e fragili quotidianità, messe a dura prova nel periodo del Covid.

I protagonisti del libro in fondo sono degli allegri “Caronte”  che ci accompagnano per mano dal prima al dopo Covid-19, mostrandoci che in fondo tutto è cambiato  diventando una nuova occasione nella misura in cui questo cambiamento viene interiorizzato e ci fa andare oltre le apparenze di cui ci siamo nutriti prima del Covid, facendoci riscoprire la nostra autenticità.

Psico alchimie 7.0 è dunque l’incontro del noi con il nostro io che ritrova una dimensione nella sua totalità, fatta di tutto ciò che siamo, fragilità comprese.