Cardamone: “Il nuovo corto di Andrea Paonessa farà parlare di Catanzaro in positivo”

L'assessore alla Cultura: "Un racconto che ha al centro il tema dell’ambiente e del rispetto verso la natura, ambientato nello splendido Parco della Biodiversità"

“C’è una Catanzaro che continua a far parlare di sé in modo positivo grazie ai suoi tanti talenti che vi operano in tutti gli ambiti culturali. Tra di loro, Andrea Paonessa che è tornato a scrivere e a dirigere un nuovo cortometraggio, dal titolo “Madre Terra”, con la volontà di raccontare il nostro territorio con una storia emozionante e avvalendosi di attori e professionisti catanzaresi”. Lo afferma l’assessore alla Cultura, Ivan Cardamone. “Un racconto che ha al centro il tema dell’ambiente e del rispetto verso la natura, ambientato nello splendido Parco della Biodiversità. La volontà di Paonessa è quella di far circuitare il suo prossimo lavoro cinematografico anche nelle scuole, oltre che di presentarlo in festival e rassegne di settore a livello nazionale ed internazionale.

Il regista è reduce dal premio internazionale Vincenzo Crocitti 2021, una vetrina che ha visto ospiti anche grandi del calibro di Carlo Verdone, Maurizio Costanzo, Luca Ward. I protagonisti del suo nuovo corto sono dei catanzaresi doc come Rino Rodio e Paola Rubino – premiati anche loro alla stessa manifestazione – e, per la prima volta sullo schermo, la piccola Marilena Masciari. Un progetto che si avvale, inoltre, della partecipazione dell’Unione Ciechi di Catanzaro, con la presidente Luciana Loprete che ha aderito con entusiasmo all’idea. A Paonessa rivolgo i miei complimenti e l’incoraggiamento ad andare avanti su questa strada con tenacia ed impegno, proponendo e veicolando un’immagine diversa ed edificante della nostra città”.