Quantcast

Un nuovo laboratorio in città verso la nascita del Museo Diffuso d’Arte Contemporanea

Il 13 e 14 maggio si discuterà di User Experience Design per la cultura e il territorio con l'ingegnere Giorgio Ferrari

Più informazioni su

Sarà inaugurato ufficialmente a luglio MUDIAC, il Museo Diffuso d’Arte Contemporanea, nato dall’esperienza di Altrove, il progetto di arte urbana che nell’arco di un quinquennio ha coinvolto diversi protagonisti della scena internazionale i quali, con le loro opere permanenti, hanno lasciato un segno visibile in città. Il prossimo step sarà quello di mettere a sistema le numerose testimonianze artistiche, con l’obiettivo di valorizzarle e renderle pienamente fruibili, come strumento di promozione turistico e culturale del Capoluogo. In questi mesi sono stati avviati laboratori specifici con architetti, urbanisti, tecnici, artisti, narratori e docenti universitari, pensati per sviluppare i diversi aspetti di creazione del Museo Diffuso con e per la comunità, per far crescere il senso di riappropriazione degli spazi. Un circuito che, grazie alla collaborazione con la Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, entrerà anche a far parte della rete dei Musei diffusi nazionali.

Il prossimo appuntamento è in programma per il 13 e 14 maggio: all’interno del progetto di costruzione e miglioramento della fruizione dei contenuti legati alle opere d’arte presenti nel tessuto urbano della città, il laboratorio gratuito “User Experience Design per la cultura e il territorio” avrà l’obiettivo di costruire nuove esperienze fisiche e digitali per creare valore e innovazione per il territorio. Giorgio Ferrari sarà l’esperto che coordinerà il laboratorio: ingegnere per eredità e creativo per indole, ha studiato Design Thinking con i migliori, dal Nord Europa alla Silicon Valley. È mentor e advisor per startup in fase di crescita, e docente IED di business design e startup dal 2015. Oggi è CEO e Founder di quo·d, azienda nata per creare e gestire processi di innovazione tra design, digital e business.

Generico maggio 2022

Il laboratorio approfondirà il legame esistente tra i concetti di design, territorio, innovazione e cultura. Queste parole sono legate da un collante molto forte: le nuove modalità di esperienza utente. Sarà l’occasione per scoprire tutte le innovazioni che stanno nascendo attorno al metodo “Human-centered Innovation” e all’obiettivo  fondamentale di rimettere le persone al centro dei progetti. La connessione con abitanti, visitatori e turisti può, infatti, trasformarsi in opportunità per valorizzare storie e territori unici. Partendo dall’analisi dei bisogni e dei metodi di fruizione attuali, e proseguendo attraverso un percorso di progettazione, il laboratorio punterà a far uscire fuori idee nuove e in grado di generare valore sociale, culturale ed economico per tutte le parti coinvolte. L’incontro si terrà in presenza a Catanzaro ed online contemporaneamente con posti limitati. Per l’iscrizione occorre inviare una mail, completa di tutti i dati personali a: paola@altrove.org.

Più informazioni su