Quando i giovani volevano cambiare il mondo senza social, terminate le riprese del film “Gli anni belli”

Tra protagonisti, comparse e maestranze, tanti i calabresi impegnati sul set predisposto nel camping La calabrisella di Roccelletta di Borgia

E’ l’estate del 1994, con i suoi falò in spiaggia, le schitarrate e gli amori adolescenziali. Giovani senza social network e con la voglia di cambiare il mondo, come la sedicenne Elena, il cui spirito rivoluzionario non è frenato dalla decisione dei genitori di trascinarla in campeggio per le vacanze. Sono gli “Anni Belli”, il film che il regista Lorenzo d’Amico De Carvalho ha finito di girare sulla costa ionica catanzarese, e che è interamente ambientato nel campeggio “La Calabrisella” di Roccelletta di Borgia che ha mantenuto lo stile degli anni 90 e che non solo è stato trasformato in un set cinematografico, ma ha ospitato l’intera produzione, la troupe e il cast di attori, consentendo in tempi di covid di realizzare un ambiente protetto per le riprese.

Generico ottobre 2020

La giovane protagonista Elena è stata affidata all’attrice Romana Maggiora Vergano, i suoi genitori sono interpretati da Maria Grazia Cucinotta e Ninni Bruschetta.

Alla pellicola realizzata in collaborazione con Rai Cinema e sostenuta dalla Calabria Film Commission sono state chiamate a lavorare tante maestranze calabresi, e calabresi sono sei giovani attori del cast: Andrea Benefico e Manuel Maggiore di Catanzaro, Alessandra Corrado di Chiaravalle Centrale, Alessia Foti di Gioia Tauro, Luca Attadia di Rossano e Gianvincenzo Pugliese di Cetraro.