Attesa per il primo lungometraggio del catanzarese Alessandro Grande

"Regina", girato interamente in Calabria, è tra gli esordi più attesi del 2020

Il regista catanzarese Alessandro Grande tornerà presto al cinema con il suo primo lungometraggio. E a confermarlo è un post sulla sua pagina instagram con cui l’autore lo annuncia commentando un’immagine di backstage.  Tra gli esordi più attesi del 2020 c’è anche l’uscita del film “Regina”, la sua opera prima che arriva dopo il trionfo al David di Donatello due anni fa ed un’esperienza pluripremiata nei festival nazionali ed internazionali con i suoi cortometraggi. Un percorso decennale con il quale Grande si è fatto notare in tutto il mondo, vincendo più di 150 premi e arrivando ad Holllywood, dove ha rappresentato l’Accademia del Cinema Italiano per la campagna Oscar con “Bismillah“.

Il film di Grande vanta la partecipazione nel cast di Francesco Montanari, celebre per essere stato il protagonista della serie Romanzo Criminale e de Il Cacciatore, con il quale si è aggiudicato il Premio Miglior Attore al Festival di Cannes-Series. In Regina – sostenuto anche dalla Calabria Film Commission e girato in gran parte nella Sila cosentina – interpreta il padre premuroso della giovane Ginevra Francesconi in quello che viene presentato come un racconto di formazione delicato e universale. Nel cast anche molti attori calabresi, tra i quali il giovane Max Mazzotta, Kevin Di Sole e Annalisa Giannotta.

La pellicola ha vissuto in pieno le difficoltà del lockdown, così come tutto il settore cinematografico: sono stati molti i festival che, di recente, hanno deciso di limitare le sezioni in concorso o addirittura di cancellare l’intera edizione come Cannes e Locarno. L’augurio è che questo film made in Calabria possa vedere presto la luce e proiettare ancora una volta il territorio nel mondo del cinema.