Coronavirus, famiglia Cusimano dona 10mila euro al Pugliese

La solidarietà ha riguardato anche l’acquisto di generi alimentari per i quali sono stati donati 1.000 al Comune

La famiglia Cusimano, titolare di una nota azienda della provincia, ha voluto donare 10.000 euro all’azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” e 1.000 euro per l’acquisto di generi alimentari al Comune.

“È un gesto nobile e di grande generosità”, ha sottolineato il sindaco, Sergio Abramo, ringraziando Giovanni Cusimano e i suoi famigliari “per aver dimostrato la propria vicinanza alle istituzioni sanitarie e alle persone meno abbienti in questo momento di grave difficoltà per l’emergenza causata dal coronavirus”.

Cusimano ha infatti chiesto al sindaco di essere messo in contatto con l’azienda ospedaliera, in prima linea per la lotta al virus in città, per eseguire la donazione di 10.000 euro. “La gara di solidarietà in favore del “Pugliese” che si è aperta nel capoluogo, che ha già fatto registrare tante donazioni da parte di imprenditori e privati cittadini, che intendo ringraziare uno per uno, è la testimonianza di quanto sia forte il senso di comunità in questo periodo duro per tutti”, ha aggiunto il sindaco.

Abramo ha poi ringraziato la famiglia Cusimano per aver stanziato, nei confronti del Comune, la somma di 1.000 euro per l’acquisto di beni alimentari rivolti ai cittadini meno abbienti. “Nella prossima settimana distribuiremo questi prodotti a chi ne ha più bisogno: questa crisi è anche economica e sta cominciando a colpire con forza sulle famiglie. In attesa che dal governo arrivino aiuti più concreti, è dovere di tutti contribuire per evitare che i morsi della fame non si facciano sentire più di quanto non lo stiano già facendo”.