Quantcast

“Francesco, la città è orgogliosa di te e di tutti coloro che dimostrano coraggio e generosità”

La lettera del Sindaco Abramo all'operatore partito per Civitavecchia per lavorare nel centro Covid-19

La storia di Francesco, l’operatore sanitario partito per Civitavecchia per dare man forte al centro Covid- 19, lasciando a Catanzaro tutti i suoi affetti, non poteva non colpire. Ed è Sergio Abramo che, a nome di tutta la città vuole esprimere vicinanza e sostegno a Francesco e a tutte quelle persone che hanno fatto questa scelta.

di Sergio Abramo*

“Leggere la storia di Francesco e degli altri quattro suoi colleghi che sono partiti per il centro Covid di Civitavecchia è stato emozionante. Li ringrazio, a nome di tutta la comunità catanzarese, che si sentirà sicuramente orgogliosa di loro.

Abbiamo potuto conoscere un grande esempio di coraggio e abnegazione che spero, questo sì, possa diventare contagioso: mi ha riempito il cuore, davvero. Sono in tanti, fra operatori sanitari, medici, infermieri, farmacisti, Forze dell’Ordine, lavoratori degli esercizi commerciali ancora aperti o di altri servizi essenziali, pubblici e non, che ogni giorno svolgono il proprio dovere con grande senso di responsabilità. Dovremmo ringraziarli tutti, uno ad uno. Però il racconto del viaggio di Francesco e dei suoi colleghi penso possa essere preso da esempio. Mi ha colpito in modo particolare, non solo perché dimostra che esistono persone che guardano oltre la propria casa e il proprio territorio: spostarsi per ad aiutare in zone che ne hanno forse più bisogno non è cosa da tutti. È segno di grande generosità.

Ma ciò che ho letto su Catanzaroinforma, mi ha colpito soprattutto perché credo sia anche meno scontato assistere a gesti come quello di Francesco che presuppongono tenacia, volontà e spirito di sacrificio. Grazie Francesco, sul serio, perché senza volerlo ci hai impartito un grande insegnamento. Catanzaro è fiera di te”.

*Sindaco di Catanzaro