Quantcast

Rimborsi dei buoni spesa ai commercianti, i tempi previsti sono tra i 30 e i 45 giorni

Gli esercenti potranno presentare due fatture al mese complete di tutta la rendicontazione . I soldi sono già a disposizione delle amministrazioni

La macchina della Pubblica amministrazione poche volte è stata rapida come durante l’emergenza Covid-19. Ora a preoccupare ma soprattutto ad occupare i pensieri di tutte le comunità locali è la possibilità di rispondere ai beni quotidiani della gente.

Ed è il proposito del sindaco Abramo che, coadiuvato da Lea Concolino e Alessio Sculco, è già al lavoro per rendere da subito operativo l’utilizzo dei buoni spesa.

Ma d’altra parte in questo momento ci sono anche le esigenze dei commercianti, quelli più piccoli, che hanno tempi di pagamento e quindi di rimborso diversi dalla grande distribuzione.

Su questo punto l’amministrazione Abramo accelera ancora.

Partendo dal presupposto che solo i commerciati iscritti all’elenco comunale potranno ricevere i buoni dai clienti, questi stessi emetteranno fattura e presenteranno rendicontazione due volte al mese. Dalla data di protocollo della documentazione, che deve essere completa cosi come indicato nell’avviso, trascorreranno dai 30 ai 45 giorni per il pagamento ai commercianti.

I soldi infatti sono già in cassa e il tempo che trascorrerà sarà quello utile all’istruttoria della rendicontazione presentata.

Questo faciliterà anche gli spostamenti più brevi evitando la concentrazione nei pressi dei grandi supermercati e permetterà comunque una circolazione deell’economia anche per i più piccoli.