Coronavirus, Santelli: “Sì ad ampliare le intensive, ma i materiali sono bloccati”

Il presidente della Regione parla di dotazioni ferme e chiede sostegno al commissario Domenico Arcuri

“Al momento abbiamo dei posti in terapia intensiva sufficienti a gestire la situazione però siccome ci hanno dato l’obbligo di crearne altri ci devono mettere adesso nelle condizioni di renderli effettivi”. Lo ha detto Jole Santelli, presidente della Regione Calabria alla Tgr Calabria in riferimento alla situazione delle dotazioni strumentali per affrontare l’emergenza coronavirus in Calabria. “Avevamo fatto degli acquisti come pompe ed altro per ampliare i posti di terapia intensiva – ha aggiunto Santelli – ma sono state bloccate dall’Agenzia delle Dogane. Delle due l’una: o ce li fanno acquistare o ce li mandano. Il commissario Domenico Arcuri deve mandarci gli strumenti per porci nelle condizioni adeguate“.
Sui tamponi Santelli ha sostenuto che la Calabria è una tra le regioni che ne sta facendo di più manifestando cautela in merito ai test più rapidi di cui si parla ormai da giorni e che molte regioni stanno adottando e dicendosi in linea con le indicazioni dell’Istituto superiore di sanità.