Quantcast

Coronavirus, Aned: “C’è attenzione per pazienti immunodepressi”

Pasquale Scarmozzino: "Di ciò, siamo grati particolarmente al direttore Dipartimento Tutela della Salute, Antonio Belcastro"

“Sono passati quasi due mesi dall’arrivo in Calabria del Covid-19 e, nonostante i tanti problemi, comuni alle altre regioni italiane, rileviamo la necessaria attenzione ai pazienti immunodepressi come i dializzati, di cui Aned onlus si è fatta portavoce”. A sostenerlo è Pasquale Scarmozzino, vice presidente dell’associazione nazionale emodializzati. “Due, tra altre – prosegue Scarmozzino – sono le evidenze che è importante rimarcare: l’approvazione della ‘Procedura Operativa Dialisi’ contro emergenza Covid-19, datata primo aprile 2020, inesistente nelle regioni invase dal virus e la fornitura in essere di un rene artificiale mobile anche per pazienti con insufficienza renale acuta negli ospedali Spoke con posti Covid-19. Di ciò, siamo grati particolarmente al direttore Dipartimento Tutela della Salute, Antonio Belcastro, per l’abituale sensibilità con il nostro mondo. Ci sarebbe da dire anche dei progetti Pac e Vat, per veloce inserimento dializzati in lista trapianto organi e per costruzione accessi vascolari, rari nelle regioni meridionali, purtroppo fermi per lumacose azioni di responsabili di settore”.

“Ancora una volta, su quest’ultimo fronte – sostiene il vicepresidente nazionale dell’Aned – spiace rilevare la carenza di organico e di professionalità adeguate in tanti settori del Dipartimento. Ne è prova l’impegno diretto e recentissimo dello stesso direttore Antonio Belcastro per risolvere problematiche relative al trasporto organi per trapianto, problema di mera competenza di inesistenti responsabili di settore. Assurdo. Quindi, da parte di Aned grande ringraziamento a tutti gli operatori sanitari e ai dirigenti preposti alla cabina di regia impegnati nella lotta contro Covid-19. Ad oggi, i risultati del contenimento del Covid-19 entro limiti fisiologici in Calabria, sono merito di tutti anche dei cittadini, ligi alle disposizioni di legge. Bisogna continuare così”.