Vicenda Villa Torano, tutti negativi pazienti e operatori di altre residenze Msc nel Cosentino

Massimo Poggi chiarisce la vicenda della consegna dei kit per i tamponi da parte della Protezione Civile su disposizione del Dipartimento Salute della Regione Calabria

Sono tutti risultati negativi ai tamponi sia gli ospiti che gli operatori delle altre rsa del Cosentino (a Mottafollone, Spezzano Albanese e Lungro) gestite dalla Medical Sport Center, la società guidata da Massimo Poggi, che è proprietaria anche della struttura “Villa Torano” in cui è stato registrato un focolaio di Covid-19. A dare notizia dell’esito positivo dei test è lo stesso Poggi, in una lunga video intervista in cui dà anche notizia della decisione del commissario dell’Asp di Cosenza Giuseppe Zuccatelli, di proseguire l’attività della Rsa Villa Torano, che sostanzialmente sarà divisa in due aree, quella Covid in cui gli ospiti positivi saranno accuditi dal personale positivo, che attualmente gode di buona salute, e quella non-Covid in cui gli anziani negativi continueranno ad essere assistiti dagli operatori negativi. «Non finirò mai di ringraziare questi lavoratori che stanno facendo un lavoro encomiabile, dimostrando un grande attaccamento al lavoro, all’azienda e soprattutto agli anziani».

Massimo Poggi

Nell’intervista Massimo Poggi chiarisce anche la vicenda della consegna dei kit per i tamponi da parte della Protezione Civile su disposizione del Dipartimento Salute della Regione Calabria: «Rifarei tutto quello che ho fatto – dice – perché c’era l’urgente bisogno di contenere una situazione di emergenza. C’erano centinaia di persone in pericolo tra dipendenti e pazienti».
Poi il rappresentante legale della Msc lancia un appello: «Basta polemiche, stiamo lottando per salvaguardare la vita degli anziani e abbiamo necessità di lavorare in tranquillità».