Giostrai e circensi, Levato: “Altro settore in crisi. Intervenga Jole Santelli”

Il consigliere comunale: "Sia riorganizzata la ripartenza"

“Fra le tante crisi causate dal coronavirus mi preme sottolineare la necessità di individuare una soluzione efficace che consenta a giostrai e circensi di programmare una ripartenza o, almeno, di trovare un modo che possa dar loro la possibilità di mitigare gli effetti, tutti negativi, di questo stop”.

Lo ha affermato il consigliere comunale Luigi Levato, facendosi interprete di un’istanza avanzata dall’intero gruppo Catanzaro con Abramo.

“Chiedo pertanto alla presidente Santelli, nella sua qualità di assessore agli Spettacoli, e al vicepresidente e assessore regionale alla Cultura Spirlì – ha sottolineato Levato – di organizzare un incontro con le rappresentanze sindacali di questo comparto che ha un assoluto bisogno, come del resto quasi ogni altro settore della nostra economia, di una cura da cavallo”. Levato ha evidenziato: “Sono consapevole che la situazione economica è al limite del disastro, e che giostrai e circensi non sono certo gli unici a dover affrontare determinati problemi, però è chiaro che ci sia il bisogno di garantire risposte serie e approfondite sulla scorta di quanto già accaduto in altre regioni anche perché, un genere di spettacolo itinerante come questo, è più a rischio di altri in termini di operatività effettiva”.

Il consigliere ha ribadito: “Come farà una giostra, ad esempio, a muoversi in più territori, non solo all’interno di una regione, se prima non verranno allentate le restrizioni agli spostamenti? È evidente non possa farlo, ma è essenziale pure che la Regione individui alcuni punti fermi che consentano al settore di non restare completamente fermo al palo e, soprattutto, permettano a giostrai e circensi, e alle loro famiglie, di non soffrire ancora di più. Pensare alle persone, tutelarle e proteggerle, consentire loro di vivere in maniera dignitosa – ha concluso Levato – è assolutamente indispensabile”.