Giovane positivo al Covid-19, screening garantito per chi sia stato a contatto. Ecco dove andare

L'Asp è impegnata a garantire un adeguato sistema di diagnosi e prevenzione ma nei punti triage che saranno predisposti già a breve

Arriva direttamente dall’Asp per bocca del Prefetto Luisa Latella la conferma che il dipartimento prevenzione unitamente alla Protezione civile della Regione Calabria stanno predisponendo i presidi triage nel quartiere marinaro della città nei pressi del presidio Cup e a Soverato davanti allo Stadio,  per effettuare lo screening a tutti coloro che nei giorni di sabato e domenica abbiano frequentato i locali in cui si trovava il giovane, risultato ieri positivo al Covid – 19.

E’ di tutta evidenza che, mancando un registro di entrata ed uscita dai locali, benché fosse una delle misure richieste per le riaperture, diventerà complicato rintracciare direttamente le persone, ma assicura il Prefetto Latella, verranno fatti tutti gli screening richiesti.

Per nessun motivo devono essere intasati i Pronto soccorso degli Ospedali con la richiesta di tampone e la quarantena volontaria e fiduciaria per le persone che sanno di essere stati in quei posti e di essere venuti direttamente o indirettamente in contatto con il giovane, resta l’unico atto di responsabilità che ora ci si aspetta dalla cittadinanza al di là di tutto ciò che le istituzioni stanno già facendo.