Quantcast

Polizia Penitenziaria carcere minorile, la denuncia del sindacato Alsippe: “A Catanzaro vaccinazioni ferme”

Secondo la sigla sindacale: nemmeno una fiale somministrata. Già inoltrato sollecito all'Asp

Da parte della segreteria locale dell’ organizzazione sindacale Alsippe, dell’ Istituto Penale Minorile di Catanzaro – si legge in una nota stampa, è doveroso portare a conoscenza dell’ opinione pubblica che ad oggi, 24 marzo 2021, non è stata somministrata neanche una fiala di vaccino per il Covid-19 al personale di Polizia Penitenziaria in servizio nell’ Istituto di via Paglia nr. 43.
Per tale motivo la segreteria regionale Alsippe, ( alleanza sindacale di polizia penitenziaria), in data 23 marzo ha provveduto ad inoltrare un esplicito sollecito all’ Asp di Catanzaro.

L’ Alsippe è consapevole della natura eccezionale dell’ attuale situazione sanitaria tuttavia ritiene doveroso procedere con la massima urgenza alla vaccinazione dei baschi azzurri che abbiano espresso la propria disponibilità al vaccino.
Questa urgenza non è da ricondurre a situazioni di privilegio rispetto ad altre categorie di cittadini, è da ricondurre al particolare contesto in cui si trova ad operare il personale di Polizia Penitenziaria.

Non si tratta pertanto di garantire solo il diritto alla salute dei cittadini in divisa ma di salvaguardare l’ ordine pubblico e la sicurezza dell’ Istituto Penale Minorile di Catanzaro. La segreteria locale Alsippe, nella persona del delegato Dario Esposito, è certa che queste giuste e doverose istanze non rimarranno inascoltate.