‘Catanzaro ha adottato il piano di protezione civile'

Nota del comando dei vigili urbani in risposta a una dichiarazione del sottosegretario regionale Torchia

Più informazioni su


     

    Testo integrale della dichiarazione diramata  dal Corpo di Polizia Municipale

    “Abbiamo avuto modo di leggere sulla stampa  di un incontro tenutosi lo scorso 20 febbraio alla Provincia, presenti il Prefetto, dott. Reppucci, il sottosegretario alla Protezione civile  della Regione Calabria dott. Franco Torchia, l’Assessore Provinciale al ramo dott. Alessandro Isabella e il dirigente del Settore dott. Domenico La Gamma.

    Il resoconto giornalistico poneva  l’accento sulla inefficienza di molti comuni che non hanno ancora provveduto ad adottare un Piano Comunale di Protezione Civile, redatto secondo la normativa vigente e le direttive della Giunta Regionale. Accento posto anche sui Comuni assenti al tavolo tra questi Catanzaro. Intendiamo precisare che al Comune di Catanzaro non è pervenuto alcun invito a partecipare, altrimenti saremmo stati presenti come  abbiamo sempre fatto.

    Ma quello che più ci ha sorpreso è stata  dichiarazione riportata nel resoconto  secondo la quale il  sottosegretario  Franco Torchia avrebbe detto che “la Regione, continua a sollecitare l’adozione dei piani e il loro aggiornamento, ma molti comuni fanno orecchio da mercante. Alcuni sindaci dicono che stanno provvedendo. Tra questi, il sindaco di Catanzaro, Abramo. «Speriamo si sbrighi – ha detto preoccupato il sottosegretario – Non oso pensare cosa può capitare a Catanzaro, in questa particolare situazione orografica, di viabilità e di tenuta antisismica delle costruzioni, a cosa può succedere in caso di scossa tellurica che superi gli abituali uno o due gradi che vengono avvertiti solo dagli strumenti». Una dichiarazione che ci lascia stupiti  atteso che il Comune di Catanzaro con Deliberazione della Giunta Comunale n. 774 del 16/12/2009 ha provveduto ad approvare il Piano di Protezione Civile, redatto secondo le Linee Guida della Giunta Regionale di cui alla deliberazione n. 472 del 24/07/2007.

    Il Piano è composto da n. 11 schede, tra le quali quelle relative a:

    Aree di attesa della popolazione;

    Arre di ricovero della popolazione;

    Aree di ammassamento dei soccorritori;

    In particolare, nella scheda n. 9 “Breve descrizioni aree d’emergenza” vengono riportate rispettivamente le superficie, la capacità di abitanti, la presenza di servizi primari, la presenza di rischi e la destinazione d’uso dell’area.

    La scelta delle aree è stata effettuata in rapporto al numero degli abitanti ed alla capacità ricettiva degli spazi disponibili.

    Ma vi è di più, il Comune di Catanzaro il 28/01/2010 con nota prot. 11382 ha trasmesso il Piano Comunale su supporto multimediale a tutti i soggetti istituzionali interessati, ovvero Prefetto, Presidente della Regione Calabria, Presidente della Provincia, Dirigente Regionale Settore Protezione Civile, Dirigente Provinciale Settore Protezione Civile (Dott. La Gamma), Comandante Comando Militare Esercito Calabria, Comandante Provinciale Vigili del Fuoco di Catanzaro, nonché all’Università degli studi Mediterranea Dipartimento Scienze Ambientali e Territoriali con sede a Reggio Calabria.

    Inoltre, il Comune di Catanzaro ha elaborato un opuscolo/vademecum dal titolo “La Protezione Civile in famiglia e a scuola” contenente informazioni utili in caso di rischi e calamità naturali, il cui testo è stato redatto da esperti del settore con l’apprezzamento del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile e diffuso nelle scuole cittadine ed anch’esso trasmesso con una lettera di presentazione da parte del  Sindaco, alla Prefettura, alla Regione, all’Amministrazione Provinciale, alla Questura, al Comando Provinciale Carabinieri, al Comando Provinciale Guardia di Finanza, alla Polizia Provinciale, al Comando Provinciale Vigili del Fuoco.

    C’è da far rilevare che il Piano Comunale di Catanzaro è stato anche consegnato al Dipartimento Nazionale di Protezione Civile presente sul territorio in occasione della esercitazione del novembre 2011, ma non solo, l’allora Capo del Dipartimento Nazionale dott. Guido Bertolaso si è congratulato per il Piano di Evacuazione della zona di Janò colpita da dissesto idrogeologico.

    Vale, infine, la pena ricordare al dott. La Gamma che il Corpo della Polizia Municipale di Catanzaro ed il Corpo della Polizia Provinciale  sono stati insigniti di medaglia d’oro al valore civile, proprio per l’attività di Protezione Civile in occasione dell’emergenza Janò”.

    foto archivio 

    Più informazioni su