Gdf, a Catanzaro nel 2012 sottratti 422 milioni ai clan

Sono stati, invece, 35 gli evasori totali

Più informazioni su


    Ammontano a 422 milioni di euro i beni posti sotto sequestro dalla Guardia di Finanza di Catanzaro nell’ambito delle attivita’ di contrasto alla criminalita’ organizzata portata avanti nel corso del 2012. LO si apprende da un comunicato diffuso stamane dal comando provinciale delle Fiamme Gialle che in questo settore hanno eseguito 150 accertamenti patrimoniali che hanno interessato 122 persone fisiche e 28 persone giuridiche. Sempre nel contrasto alla ‘ndrangheta, la Guardia di Finanza ha denunciato 132 persone per gravi reati. Nel bilancio e’ stato inserito anche il contrasto al riciclaggio di denaro, con 81 segnalazioni per operazioni finanziarie sospette. Per questo, sono state denunciate 89 persone ed accertate condotte di riciclaggio per oltre 4 milioni di euro. Nella lotta all’usura sono state denunciate 19 persone, con quattro arresti.

    Sono stati 35 gli evasori totali e paratotali individuati dalla Guardia di Finanza di Catanzaro nelle attivita’ di contrasto all’evasione fiscale portata a termine nel 2012. Queste attivita’ hanno permesso di recuperare per la tassazione un imponibile pari a 47 milioni di euro, con la constatazione di violazioni all’Iva per oltre 18 milioni di euro e la denuncia all’autorita’ giudiziaria di 192 soggetti per frodi e reati fiscali. Complessivamente sono state 681 le verifiche compiute. Nell’ambito dell’evasione sono stati 70 i lavoratori in nero o irregolari scoperti e 34 imprese verbalizzate. Inoltre, sono stati eseguiti 4.166 controlli strumentali, di cui 2.439 hanno interessato le verifiche per scontrini e ricevute fiscali, con 798 violazioni accertate.

    Ammontano a 18 milioni di euro le indebite concessioni di finanziamenti comunitari, nazionali ed europei accertate dalla Guardia di Finanza di Catanzaro nel corso del 2012, che ha denunciato 129 persone sia per il settore dei fondi strutturali che degli aiuti in agricoltura. Sono state poi bloccate indebite contribuzioni per oltre 6 milioni di euro ed eseguiti sequestri per equivalente per oltre 2 milioni. Nell’ambito delle attivita’ della Guardia di Finanza del capoluogo calabrese si inseriscono anche gli accertamenti per danni erariali che ammontano a circa 80 milioni di euro, con la segnalazione alla procura regionale della Corte dei conti di 206 soggetti.

    Più informazioni su