Morte ragazzo bulgaro al Pugliese: archiviata posizione di un medico

Il gip ha disposto la riapertura delle indagini 

Più informazioni su


    Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale Penale di Catanzaro Pietro Scuteri, con decreto datato 14 marzo 2014, a scioglimento della riserva assunta nella camera di consiglio del 26 febbraio  fissata per la discussione dell’opposizione alla richiesta di archiviazione del procedimento penale che ha visto coinvolti numerosi medici ed infermieri dell’Ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro per la morte del piccolo bulgaro, Baltov Zdravko (classe 1997), avvenuta nella mattina del 16 ottobre 2010, presso il predetto Nosocomio, ha definitivamente disposto l’archiviazione della posizione del medico Antonio Cantaffa, difeso da Anselmo Torchia e Giuseppina Izzo, ritenendo lo stesso completamente estraneo ai fatti oggetto d’indagine ed, al contempo, in accoglimento dell’opposizione spiegata dalla madre del piccolo, ha disposto, la riapertura delle indagini in merito ad alcuni dei sanitari che ebbero in cura il piccolo Baltov nei giorni precedenti il decesso, verificatosi in seguito ad un infarto intestinale tardivamente diagnosticato. 

    Più informazioni su