Quantcast

Al catanzarese Bulotta uno dei riconoscimenti del premio Sciacca

Nei giorni scorsi in Vaticano, nell’Aula Magna della Pontificia Università Urbaniana

Più informazioni su


Un catanzarese tra i premiati della XVII edizione del Premio Internazionale “Giuseppe Sciacca” che si è tenuta nei giorni scorsi in Vaticano, nell’Aula Magna della Pontificia Università Urbaniana, manifestazione che, ogni anno, attribuisce premi o riconoscimenti a persone provenienti da tutto il mondo che si sono distinte nel proprio campo di lavoro o di studio. Il Premio è patrocinato dal Senato della Repubblica, dal Ministero della Difesa, dal Ministero della Giustizia, dal Ministero dei Beni e Attività Culturali, dal Ministero del Turismo della Repubblica Ellenica e la cerimonia finale si svolge al cospetto di autorità religiose, civili, militari, esponenti del corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede e il Quirinale. Quest’anno, tra i 21 premiati, sono stati individuati solo tre italiani e tra questi, un calabrese. Luigi Bulotta, cui è stata assegnato un diploma al merito con medaglia per la sua attività lavorativa. Bulotta, attualmente avvocato libero professionista, ha alle spalle una lunga e qualificata carriera nella Pubblica amministrazione dove ha ricoperto importanti incarichi dirigenziali, anche di livello generale; è stato, infatti, direttore generale dell’Azienda Sanitaria di Catanzaro e Commissario Straordinario dell’Azienda di Cosenza; nella Regione Calabria è stato dirigente generale del Dipartimento Turismo, in seguito del Dipartimento Bilancio e Patrimonio e, infine, del Dipartimento Organizzazione e Risorse umane. E’ stato anche dirigente dell’Ufficio legislativo della Regione, nonché coordinatore tecnico della Commissione Affari generali e istituzionale della Conferenza delle Regioni. Autore di varie pubblicazioni e scritti, tra cui una monografia sui rapporti tra Stato e confessioni religiose in Italia. A fianco della sua attività di dirigente pubblico, ha svolto e svolge, da oltre 30 anni, attività a servizio della Chiesa locale, come Consigliere, Vice Presidente, nonché, per 15 anni, Presidente dell’Istituto Diocesano Sostentamento del Clero, nonché incaricato per la promozione del sostegno economico alla Chiesa e componente del Consiglio pastorale diocesano. Ha svolto e svolge varie attività in campo sociale quale presidente o componente del direttivo di alcune associazioni di promozione sociale. Attualmente è segretario nazionale della Consolidal. E’ stato anche Presidente della Fondazione regionale “Calabria Etica”, dove ha svolto un’intensa attività con varie iniziative, in particolare, a favore e supporto delle famiglie nel loro percorso educativo dei figli, istituendo nelle cinque province calabresi dei Centri per la famiglia, quale strutture operative dotate di personale qualificato.

Più informazioni su