Concorso autisti Fdc: le precisazioni dell’azienda

Bando in linea con le norme 

Più informazioni su


Riceviamo e pubblichiamo

In relazione a talune inesatte affermazioni apparse sulla stampa nei giorni scorsi in merito ad una selezione pubblica, “Per la formazione di graduatoria per l’assunzione di personale con qualifica di operatore di esercizio parametro 140 (autisti di linea)”, indetta da Ferrovie della Calabria Srl si precisa quanto segue.  La selezione pubblica in argomento è stata indetta da Ferrovie della Calabria, senza alcun coinvolgimento della Regione Calabria nella procedura, nel rispetto del D. LGS. 175/2016 “Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica” nonché del vigente “Regolamento per la selezione del personale di Ferrovie della Calabria” consultabile sul sito aziendale. In coerenza con tali normative Ferrovie della Calabria ha provveduto ad incaricare qualificata Società di livello nazionale, specializzata per la ricerca e la selezione del personale, ad avviare e a concludere nel rispetto delle norme di legge e nella più totale trasparenza ed autonomia la selezione pubblica indetta.  E’ già chiaramente specificato nel bando di selezione che trattasi per la formazione di una graduatoria valevole tre anni a cui attingere in caso di necessità di personale di guida e per sopperire esigenze rivenienti dall’uscita per pensionamento di personale addetto alla guida di Ferrovie della Calabria. Sempre nello stesso bando all’articolo 3, comma 1, veniva specificato che alle successive prove di guida sarebbero stati ammessi i primi 50 candidati in esito della prova di preselezione.  Assolutamente in linea per come avviene in ogni procedura di selezione pubblica, i requisiti di ammissione, nel caso di specie indicati all’articolo 1 del bando, dovevano essere posseduti a pena di esclusione “alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande e dovranno permanere fino al momento dell’eventuale assunzione”. Tale scadenza era ed è rimasta fissata improrogabilmente alle ore 12 del 15 settembre 2018. Al riguardo l’articolo del bando precisa inequivocabilmente, così come avviene per tutti i bandi di concorso/selezione, che l’accertamento in qualsiasi momento del mancato possesso di un requisito dichiarato comporta oltre alle responsabilità penali anche l’esclusione dalle fasi successive della procedura. Risulta pertanto assolutamente illogico e falso la fantasiosa interpretazione secondo cui si è proceduto al differimento di una prova per consentire a taluno il conseguimento addirittura della patente di guida. Orbene il termine del 15 settembre 2018 non è stato mai prorogato. E’ stata solo differita l’effettuazione delle prove e con l’occasione si è deciso, a vantaggio della trasparenza e della condivisione, di pubblicare una banca dati con le 1600 domande a risposta multipla su cui studiare e nell’ambito delle quali i candidati stessi, per come è stato, hanno sorteggiato, pubblicamente in aula alla presenza degli altri concorrente, i test della preselezione. A conclusione della prova selettiva e prima dell’approvazione della graduatoria, si provvederà alle consuete verifiche delle autocertificazioni prodotte a corredo delle domande di partecipazione e qualora qualche candidato risultasse non in possesso di uno o più requisita per la partecipazione alla selezione sarà d’ufficio escluso.  Da sempre, per ovvie ragioni anche di tipo aziendalistico, nelle prove di selezione di operatore di esercizio i principali requisiti previsti dalla legge afferenti la specifica professionalità sono: il possesso dei requisiti fisici prescritti ed il possesso delle patente più il certificato di qualificazione. Nessun requisito di esperienza lavorativa aggiuntiva può essere richiesto. Ovviamente, nel caso dei grandi numeri di partecipanti, la preselezione solitamente viene effettuata con test del tipo utilizzato poiché sarebbe tecnicamente ed oggettivamente impossibile effettuare ovvero comparare centinaia o migliaia prove di guida. Nel caso di specie i 55 candidati che hanno superato la preselezione verranno ora sottoposti a prova di guida e successivamente, solo in caso di idoneità alla prova stessa, ad un colloquio nonché all’eventuale prova facoltativa di inglese. Nell’ipotesi di assunzione e per come tutte le aziende del settore fanno, viene prima dell’immissione in servizio, previsto un congruo periodo di ricognizione sulle linee automobilistiche esercite al fine di acquisire conoscenza dei percorsi e dei mezzi.  Ovviamente il bando e tutti documenti sono consultabili sul sito per ogni tipo di confronto. Si trasmette inoltre integralmente un commento alle notizie pubblicate dalla stampa su quanto in oggetto da parte della Società NovaConsult Srl, incaricata di effettuare la selezione di cui trattasi, con allegata comunicazione riguardante la verifica dei requisiti. Per quanto precede si rimane in attesa per ogni ulteriore chiarimento al riguardo.

La direzione Fdc

Più informazioni su