Minaccia passanti e se stesso con un coltello, salvato dai carabinieri

Il soggetto di Belcastro si era allontanato da una psichiatrica che lo aveva in cura


Aveva un coltello in mano e lo usava per minacciare i passanti e distruggere oggetti per strada, poi alla vista dei carabinieri avvertiti dai cittadini, si è barricato in casa ed ha rivolto la lama contro se stesso.

Una lunga nottata ha visto impegnati i Carabinieri della Compagnia di Sellia Marina nel territorio del Comune di Belcastro. Un intervento cominciato nel pomeriggio di ieri con le segnalazioni di più cittadini che hanno attivato il sistema di pronto intervento dell’Arma, riferendo della presenza di un soggetto, nei vicoli del piccolo borgo, che, armato di coltello, stava danneggiando oggetti di arredo urbano, inveendo e minacciando alcuni passanti.

Dodici ore di negoziazione per convicerlo a desistere ed a consegnarsi al personale medico

Alla vista dei militari intervenuti, il soggetto, un belcastrese sottoposto a libertà vigilata allontanatosi dalla struttura psichiatrica che lo aveva in cura, si è chiuso a casa, cominciando ad inveire contro gli operanti e manifestando intenti autolesivi. 
La lunga opera di negoziazione (circa dodici ore) messa in atto dai carabinieri ha consentito, con il supporto dei sanitari del 118 e dei Vigili del fuoco, di far desistere il soggetto e ricorrere alle cure del caso, operando nella massima cornice di sicurezza e senza che venissero arrecati danni a persone o cose.