Fabio Celia: ‘Catanzaro città dai due volti’

Il consigliere comunale di Fare per Catanzaro. Una parte usufruisce di servizi non necessari, l'altra abbandonata al degrado


“Catanzaro ha due volti. Parti di città che usufruiscono di servizi non necessari ed altre parti di città abbandonate nel degrado e nel disagio”. Lo afferma in una nota il consigliere comunale di FareperCatanzaro, Fabio Celia, che accusa l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Sergio Abramo, di governare contemporaneamente due tipi di città.

“Ci sono quartieri del capoluogo – prosegue Celia – dove l’amministrazione comunale interviene per placare gli animi surriscaldati di qualche consigliere di maggioranza bastonato alle Provinciali, asfaltando strade che possono essere considerate oggettivamente già in buono stato e, pertanto, fornendo servizi superflui. Da considerare tali, soprattutto in funzione di quartieri che vivono un quotidiano dissesto stradale e che urgono di un intervento immediato a servizio dei cittadini. Ad esempio, – continua il consigliere di FareperCatanzaro – i residenti del quartiere Piterà lamentano strade impraticabili, dove i residenti invalidi non possono neppure transitare ed i marciapiedi sono sporchi e non usufruibili. Io stesso ho sollecitato il governo comunale ad intervenire denunciando e segnalando ufficialmente il problema, ma in quelle zone, evidentemente, non risiedono consiglieri comunali di maggioranza da placare.

E non è solo il quartiere di Piterà a vivere il problema. La città – conclude Celia –  ha interi quartieri dissestati, con strade pessime e non asfaltate, prive di segnaletica, neppure dopo lavori eseguiti e rotture create. Si guardi alcune strade a Lido e in altri quartieri a sud, dove l’asfalto e la segnaletica stradale sono divenuti miraggi.

Non accettiamo più che la città sia amministrata con le solite forme clientelari e con servizio privilegiato a chi si illude di avere il potere ed il controllo di tutto. Il potere è dei cittadini. E sono certo che non mancheranno in futuro di esprimere il proprio apprezzamento a chi li governa da decenni, consapevoli del danno enorme che questi politici hanno provocato al capoluogo della Calabria”.