Quantcast

‘Villa Margherita senza giochi per bambini da ormai sei mesi’

La consigliera comunale Cristina Rotundo: tante promesse e delusioni 


Destino infelice per l’area ludica di Villa Margherita: dopo la rimozione, mai motivata, dei nuovi giochi, nessuna traccia. Lo afferma in una nota stampa Cristina Rotundo consigliera comunale di #Fare per Catanzaro. Una vicenda, quella dell’area verde di Villa Margherita, cominciata tempo fa: prima l’incuria e poi lo stato di abbandono progressivo anche dello stesso parco che ospitava i giochi. “In una città normale” una delle poche aree verdi pubbliche di un quartiere ultraperiferico sarebbe considerata un patrimonio. In una città normale le aree ludiche che nel passato sono costate molti soldi ai contribuenti sarebbero oggetto di attenzione e di costante manutenzione. In una città normale, appunto. Quindi non a Catanzaro. Il parco di Villa Margherita era uno di quei numerosi piccoli patrimoni comuni in una città in cui la normalità pare sempre più un miraggio, con le aree attrezzate abbandonate al loro destino Non ci sono altri dettagli a parte una nota stampa del fantomatico e lungimirante Sig. Longo, datata “30/10/2018” Nè i tempi di realizzazione (a parte una falsa asseverazione del firmatario della nota che palesava entro la prima settimana di Novembre, senza indicare di quale anno), che restano (e resteranno?) ignoti”.  Un periodo, passato tra promesse e delusioni.