Catanzaro, Bosco: ‘Levato e Amendola pensino alla propria maggioranza’

L'esponente di Cambiavento invita a 'lavorare di più in commissioe' e a Levato: 'Pensasse a prendere in considerazione tutte le richieste di commissione fatte dal sottoscritto e mai espletate, sol perché sollecitate da una parte politica avversa alla sua'


“I problemi nella maggioranza sono sotto gli occhi di tutti. Gli attacchi incrociati in Forza Italia sono all’ordine del giorno. I capigruppo di maggioranza hanno scelto un eloquente mutismo. In una posizione ibrida si collocano i redivivi Levato e Amendola che invece di pensare a riassettare la propria coalizione pensano ad utilizzare metodi di distrazione di massa spostando l’attenzione nei confronti di colui il quale potrebbe scombinare i fallimentari piani governativi del centrodestra di questa città, ossia Nicola Fiorita”. Lo scrive in una nota il consigliere comunale Gianmichele Bosco.

“Dinanzi ad una città ormai allo sbando – prosegue Bosco –  senza prospettive né programmazione, i capigruppo, a cui è rimasto solo il titolo, adottano una politica volta a denigrare l’avversario, senza nessuna argomentazione di sostanza. In questo contesto sarebbe più opportuno che il consigliere Levato, in qualità di Presidente della II Commissione, pensasse a prendere in considerazione tutte le richieste di commissione fatte dal sottoscritto e mai espletate, sol perché sollecitate da una parte politica avversa alla sua. Ed allora, posto che queste diatribe non interessano minimamente ai cittadini catanzaresi, invito il duo Amendola/Levato ad occuparsi delle questioni cittadine ed evitare che il testo di un noto cantautore italiano quando scriveva che: ‘una politica che è solo far carriera, il perbenismo interessato, la dignità fatta di vuoto, l’ipocrisia di chi sta sempre con la ragione e mai col torto’, sia realtà.”