Quantcast

LA SEGNALAZIONE: ‘l’Odissea dell’olio esausto’

Raccolta differenziata. Un lettore racconta alcuni disservizi: 'Si protraggono dal mese di agosto' 


Riceviamo e pubblichiamo la lettera firmata di un lettore indirizzata alla Sieco 

Era agosto dell’anno scorso, quando, causa l’assenza del mio meccanico, perché malato, decido di cimentarmi personalmente nel cambio dell’olio alla mia macchina. Finita l’operazione, raccolgo l’olio esausto nel contenitore di quello nuovo appena svuotato e contatto il call center per chiedere notizie circa lo smaltimento. Mi indicate di rivolgermi al centro comunale di raccolta, sito in viale Magna Grecia. Mi reco presso il centro di raccolta e l’addetto al servizio mi dice che non hanno il contenitore per la raccolta. Riferisco loro che il call center mi aveva dato indicazioni ben precise circa lo smaltimento ma lo stesso replica dicendo che quelli del call center sanno bene che non siamo provvisti di raccoglitore ma continuano ad inviare utenti presso questo centro di raccolta e noi non possiamo ritirare l’olio esausto. Dispiaciuto dell’accaduto l’addetto mi invita alla pazienza e mi chiede di ritornare tra un mesetto, magari portano il contenitore. Bene…da questo momento inizia l’odissea. Da agosto, mensilmente, mi reco al centro di raccolta ed ogni volta mi vedo negare la possibilità di lasciare l’olio esausto perchè sprovvisti di contenitore per la raccolta. Ora sono veramente stanco. Probabilmente non risolverò nulla con questa segnalazione ma intanto vi esterno il mio disappunto perché nonostante paghi regolarmente le tasse, anche quelle sullo smaltimento dei rifiuti, non sono servito e poiché non accetto più questo immobilismo da parte vostra, ho deciso di farmi sentire. La stessa mail, come potete ben vedere, è stata inoltrata anche alla redazione di catanzaroinforma con la preghiera di volerla pubblicare. Qualora questo disappunto non dovesse sortire effetto e la gentile redazione decida di non pubblicarla, continuerò a coinvolgere testate nazionali (striscia la notizia, le iene, etc…) per far conoscere a tutti la verità sulla situazione che viviamo a Catanzaro. Spero anche che il Sindaco legga questo mio esposto, con la speranza che, oltre a fare le passarelle, intervenga determinato alla risoluzione di questo problema.