Quantcast

Al Comune di Catanzaro lo sportello per il microcredito (VIDEO)

Oggi la presentazione alla stampa. Operativo da aprile 

Più informazioni su


Uno strumento sociale mirato a favorire l’avvio e lo sviluppo di nuove attività attraverso l’erogazione di prestiti a tasso fisso e un tutoraggio continuo lungo tutto l’iter di creazione dell’impresa. Dall’inizio di aprile lo Sportello unico del microcredito aprirà anche nel Comune di Catanzaro con un front office curato dal personale della Catanzaro servizi e diretto dal dirigente degli affari generali. E’ quanto riporta una nota sul sito del Comune di Catanzaro. L’iniziativa, promossa dall’assessore al ramo, Danilo Russo, e dal sindaco Sergio Abramo, è stata presentata nella sala concerti di Palazzo De Nobili insieme a Mario Baccini, già ministro della funzione pubblica del governo Berlusconi e presidente dell’Ente nazionale per il microcredito. Presenti, inoltre, il presidente del Consiglio comunale, Marco Polimeni, e la consigliera d’amministrazione dell’Ente, Rosaria Mustari. “Lo Sportello che aprirà qui in Comune fra tre settimane è un segno tangibile di attenzione che l’amministrazione Abramo ha voluto dare alle piccole e piccolissime realtà economiche del territorio”, ha detto l’assessore Russo.

Per Polimeni, “questo strumento potrà diventare un punto di riferimento per gli altri Comuni e gli altri cittadini della nostra Provincia”. Servirsi dello Sportello per il microcredito con un raggio d’azione il più ampio possibile è proprio quanto sottolineato dal sindaco Abramo: “Il rapporto fra il Comune e l’Ente nazionale presieduto dall’onorevole Baccini è destinato a crescere ancora, non solo per aumentare la sinergia con gli altri 80 Comuni della Provincia, ma anche per agevolare il dialogo con la Regione, che potrebbe sfruttare le opportunità sui fondi comunitari per il mondo della produzione e delle imprese”.

Ribadendo l’importanza dell’unione con gli ordini professionali, Abramo ha condiviso con il presidente dell’Ordine degli architetti di Catanzaro, Giuseppe Macrì, la necessità di convocare una giornata di studio e approfondimento con i sindaci dei municipi della Provincia e i rappresentanti della Regione. “Il microcredito è una chance da sfruttare”, ha rimarcato il sindaco prima di lasciare spazio al presidente Baccini: “Da oggi Catanzaro abbraccia l’economia sociale di mercato che mette al centro la persona e non il profitto”, ha affermato l’ex ministro, “questo Sportello è rivolto alle utenze che in gergo vengono definite “diversamente bancabili” e che saranno accompagnate, monitorate e assistite da personale appositamente formato prima, durante e dopo il processo di creazione e sviluppo della nuova impresa”.

Rosaria Mustari ha spiegato i particolari delle due forme di finanziamento: il microcredito imprenditoriale per l’avvio e lo sviluppo di nuove attività con prestiti fino a 25mila euro; il microcredito sociale, che può arrivare invece a un massimo di 10mila euro. Un terzo asset è rappresentato dal microcredito per giovani d’età compresa fra i 18 e i 29 anni che vogliono avviare una attività imprenditoriale e che possono accedere ad un credito fino a 50mila euro. I tre assi saranno sempre affiancati da servizi ausiliari di assistenza che evitano il rischio di default: “È uno strumento rilevante per l’inclusione sociale e la lotta alla povertà”.

 

Più informazioni su