Quantcast

‘Rimozione piante via Piave necessario. Era marciapiede trappola’

Il commento di Giuseppe Buccolieri dottore in agraria. "Ora occorre scegliere piante più facili da manutenere'

Più informazioni su


Riceviamo e pubblichiamo

E’ fatta, tanto tuono’ che piovve. Piu’ volte lo scrivente ha posto in essere,  la pericolosita’ del marciapiede “trappola” situato in Via Piave, di fronte ex Istituto Tecnico Magistrale oggi Liceo Linguistico. Le piante di Robinea sofferente e vetuste, si trovavano ormai verso la fine del loro ciclo vegetativo. Queste piante come piu’ volte ribadito, presentavano una accentuata iperplasia del colletto radicale rendendo il marciapiede non piu’ fruibile dai cittadini, se non a rischio di cadere, naturalmente con le dovute conseguenze. Finalmente dopo tante segnalazioni degli attenti cittadini, il Comune ha provveduto al taglio dei suddetti alberi, che si trovavono orma verso la fine del loro ciclo vegetativo e credo anche al rifacimento e messa in sicurezza dello stesso marciapiede. Bene ha fatto il Dott. Rottura responsabile della ditta incaricata al taglio a preservare le due o tre piante di Lagerstroemia indica a portamento contenuto molto bello durante la fioritura. lo scrivente facendosi interprete di un pubblico servizio, auspica  che i lavori di ripristino e della messa in sicurezza del marciapiede, nonche’ di abbellimento con la messa a dimora di nuove essenze di piante, possa avvenire a brevissimo termine. Se devono essere piantumate delle piante lungo il nuovo marciapiede sarebbe fine scegliere il Melangolo, pianta sempre verde facilmente controllabile nella sua voluminosita’, piu’ semplice da manutenere e quindi da gestire. 

Giuseppe Buccolieri

Dottore in Agraria esperto del ramo
 

Più informazioni su