Quantcast

Decreto Sanità, nomine alla Mater Domini d’intesa con il rettore

Le nomine previste sono del commissario e del direttore generale dell'Azienda ospedaliera universitaria Mater Domini, la novità è stata introdotta da un emendamento a prima firma di Massimo Carmelo Misiti del M5S


La nomina del commissario e del direttore generale dell’Azienda ospedaliera “Mater Domini” di Catanzaro sarà fatta d’intesa col rettore della Magna Graecia. Sarà il commissario ad acta, ma d’intesa con il rettore dell’università “Magna Graecia” di Catanzaro, a nominare o revocare il commissario straordinario ed il direttore generale dell’Azienda ospedaliero – universitaria ‘Mater Domini’ di Catanzaro. Lo prevede un emendamento del Movimento 5 Stelle, a prima firma Massimo Carmelo Misiti, depositato in commissione Affari sociali della Camera al dl Sanità Calabria.

“Il protocollo tra la Regione e il commissario ad acta e l’università ‘Magna Graecia’ di Catanzaro regolamenta – è scritto nell’emendamento – l’organizzazione interna dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Catanzaro. Il finanziamento è decretato, in coerenza con le vigenti norme in materia, a stralcio del protocollo, dove questo non sia adottato entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto”.