Quantcast

Per 5 donne vittime di violenza inizia percorso di rinascita (VIDEO)

Concluso il Progetto 'Ben…essere', promosso da Mondo Rosa e Soroptimist. Il Questore: ?Aumentate le denunce?


Si è concluso con la consegna degli attestati di formazione a cinque giovani donne che sono state vittime di violenza, il Progetto “Ben…essere” nato per fornire loro un valido e concreto strumento verso il raggiungimento dell’indipendenza economica, indispensabile per la loro emancipazione ed il loro riscatto sociale.

L’iniziativa è stata promossa dall’Associazione Centro Calabrese di Solidarietà, ente gestore del Centro Antiviolenza e Casa Rifugio “Mondo Rosa” di Catanzaro, guidata da Isolina Mantelli, in collaborazione con l’Associazione Soroptimist International Club di Catanzaro, guidata da Cristina Segura Garcia. Entrambe le presidenti hanno espresso la volontà di rafforzare questo sodalizio al fine di incidere fortemente nel contrasto alla violenza sulle donne.

Il settore lavorativo scelto dalle donne che hanno partecipato all’iniziativa è stato quello della nail art, un ambito in forte ascesa, ben spendibile sul mercato del lavoro. Per loro, dunque, è stato realizzato un corso di formazione teorico – pratico, con successivo periodo di stage presso i centri estetici della provincia di Catanzaro. 

È stato il questore Amalia Di Ruocco a consegnare loro la pergamena di partecipazione al Progetto, definendo l’intera iniziativa “un forte segno di speranza per le donne che decidono di rivolgersi alle Forze dell’Ordine ed in questi mesi – ha dichiarato – il numero delle denunce è aumentato”. 

“L’obiettivo – è stato spiegato nel corso dell’incontro – non è solo quello di renderle libere economicamente, ma anche quello di aumentare l’empowerment per donne che hanno avuto il coraggio di ribellarsi alla violenza e che, pertanto, vanno aiutate e sostenute nel loro percorso di crescita”.

La cerimonia di consegna degli attestati si è tenuta nei locali del Polifunzionale della Questura, “un luogo fortemente simbolico – hanno evidenziato i promotori del progetto – dove personale specializzato accoglie le donne vittime di violenza e le accompagna in un percorso rinascita”. 

Daniela Amatruda