Quantcast

‘Sposi in cammino’ della parrocchia Ss Salvatore incontrano psicologo

Le coppie di coniugi hanno dialogato con Ignazio Punzi sul tema i quattro codici della vita umana


Anche quest’anno si avviano alla conclusione gli incontri degli Sposi in cammino della parrocchia del SS. Salvatore di Catanzaro. Quest’anno il cammino degli sposi ha percorso le strade degli atti degli apostoli.

 Sull’esempio delle prime comunità di cristiani,dopo la morte di Gesù, abbiamo potuto riscoprire tante figure di santi apostoli che vivendo insieme nella frazione del pane e del vino, segni della presenza del risorto, hanno condiviso la via impervia ma gioiosa della testimonianza della Parola. Comunità cristiane quelle nella città santa prima e dall’Asia minore fino a Roma dopo, che testimoniano come lo Spirito Santo abbia segnato la storia dell’intera umanità spiritualmente, culturalmente e socialmente . 

Anche l’ultimo l’incontro con lo psicologo Punzi è stato per noi un viaggio  sul fare ed essere comunità, secondo i quattro codici della vita umana che l’ illustre ospite  indica nel suo libro. I codici della paternità, della maternità, della filialità e della fraternità, sono punti cardine, secondo Punzi, per  interpretare al meglio la vita di ciascuno di noi all’interno di una comunità, che sia la famiglia, la chiesa, la società. 

Ognuno può e deve uscire dal proprio individualismo per scoprire l’altro come fonte di vita. Nessuno può fare a meno dell’altro anche nell’ottica di una antropologia biblica che si nutre di una visione comunitaria, in un circolo virtuoso di dono di sé all’altro. Una continua  ricerca di amore che si da’ e si riceve solo nell’incontro. 

È necessario andare al di là del bisogno che ci rende sempre più soli come individui, coppie e figli, per proiettarsi nel desiderio inteso come volontà di evolversi, di rigenerazione, nel continuo scoprirsi uomini e donne proiettati al futuro con fiducia ed entusiasmo.

Per noi famiglie di famiglie, uniti dalla fede in Cristo, vuol dire affidarsi insieme a Colui che tutto può e che non ci lascia mai soli. Una fede che deve sempre rinnovarsi e che ha senso solo se vissuta in comunione con tutti gli uomini nella frazione del pane e del vino, fonte di Vita vera. Camminare attraverso la lettura degli atti degli apostoli (considerato il quinto vangelo: quello della chiesa) è stato entusiasmante e rigenerante. 

Grazie don Vincenzo Zoccoli per averci accompagnato anche quest’anno nella preghiera e nella riflessione, come gruppo di famiglie sempre pronte a contagiare tutta la società del bene che abbiamo ricevuto.