Quantcast

Maturità: studenti Grimaldi Pacioli soddisfatti della loro prima prova foto

In tanti hanno scelto di svolgere le tracce della tipologia C

Più informazioni su


    Escono da scuola con i visi stanchi ma sorridenti i maturandi dell’Istituto Tecnico Economico “Grimaldi-Pacioli” del quartiere Lido di Catanzaro. La prima prova è ormai archiviata e la tensione delle prime ore di questa mattina si è affievolita anche grazie alle tracce che sono state proposte. Gli argomenti scelti sono piaciuti a tutti i ragazzi perché attuali, interessanti e in grado di essere analizzati con spirito critico e personale: “E’ stata una bella prova – hanno detto Martina, Mattia e Marco del VE – le tracce sono piaciute a tutti, non erano argomenti che ci aspettavamo ma la nostra preparazione ci ha consentito di poterli sviluppare con serenità. In tanti, non solo nella nostra classe, hanno scelto di svolgere la tipologia C, il testo espositivo argomentativo.” I ragazzi del Pacioli hanno deciso di cimentarsi nella prova analizzando  dunque due argomenti di grande rilevanza sociale, da un lato quello della mafia, attraverso il grande esempio del Generale Dalla Chiesa, e dall’altro quello della connessione tra sport, storia e società partendo da un articolo sul ciclista Gino Bartali: “Anche nelle nostre classi in molti hanno scelto la traccia inerente l’argomentazione dei valori dell’antimafia – hanno detto Benedetta e Sonia del VI e Greta del VB – ma non solo perché c’è anche chi ha scelto la tipologia B, soprattutto la traccia inerente al valore del patrimonio culturale. Siamo contenti della nostra prima prova, speriamo lo siano anche i docenti.” Soddisfatti, insomma, i ragazzi del Pacioli che domani dovranno affrontare la seconda prova che secondo loro sarà più impegnativa: “Oggi eravamo abbastanza tranquilli, è la prova di domani che ci preoccupa – hanno concluso Martina, Mattia e Marco – Ci aspettano economia aziendale e informatica, e non sarà certo una passeggiata. Ma per il momento non vogliamo pensarci, abbiamo bisogno di riposare qualche ora.” Un pomeriggio da trascorrere  in relax, prima di un veloce ripasso per poter superare il secondo scoglio della maturità,  per procedere poi con l’ultimo step, la prova orale.

    Maria Teresa Rotundo

     

    Più informazioni su