Quantcast

Forum riformista: ‘Aperti al confronto per nostra lista’

'Serve presenza riformista, liberale e garantista per il popolo calabrese'


Il Forum Riformista della Provincia di Catanzaro, riunito alla presenza di Saverio Zavettieri (di recente anche Sindaco di Bova Marina), di Fabio Guerriero, Soci fondatori, e del Coordinatore Fernando Rocca, ha esaminato, attraverso un ampio dibattito, la situazione politica calabrese, sottolineando “la necessità di avere una forte presenza riformista, liberale e garantista”, che partendo dai bisogni reali dei calabresi “dispieghi un’azione politica che riporti al centro un nuovo protagonismo delle popolazioni calabresi volto a fermare disegni di emarginazione presenti nella proposta governativa dell’Autonomia Differenziata”.

Per fare ciò è necessario – a giudizio del Forum Riformista catanzarese – “un profondo cambiamento del modo di essere delle forze politiche sia a destra che a sinistra”. Nel PD si tende invece – accusano i riformisti del Forum – “all’autoconservazione dell’attuale gruppo dirigente”, e questa tendenza risulta “aggravata con new entry che certamente non rappresentano il rinnovamento, vanno anzi in direzione opposta”.

Non si sta certamente meglio in casa del centro destra dove – secondo il Forum – “esaurita la spinta liberale, siamo ormai a trazione leghista, con troppi trasformismi e soggetti pronti a saltare sul carro del vincitore”. Dalle critiche alla proposta: “Un segnale nuovo che noi siamo pronti a cogliere potrebbe essere rappresentato – suggerisce il Forum Riformista – da una forte personalità al di fuori degli attuali gruppi dirigenti che, partendo dalle cose da fare, rimetta al centro della politica una sanità che abbia come faro di riferimento i bisogni e la salute dei cittadini, avvii una profonda riforma dell’apparato regionale che restituisca alla Regione il ruolo di ente programmatore con una gestione trasparente e imparziale delle risorse, finalizzata allo sviluppo ed all’occupazione. Su questi e altri temi non meno importanti noi – dicono in chiusura i riformisti del Forum – siamo aperti al confronto anche con la presentazione di una nostra lista”.