Quantcast

Verdeidea: ‘I nostri giardinieri sudano e lavorano’

'Ci sorprende che un amministratore chieda l'avvicendamento di Verdidea'

Più informazioni su


“Ormai i social avvolgono le nostre giornate. A volte ci informano, a volte ci fanno sorridere altre ci sconvolgono. Hanno dato voce e visibilta’ a chi non ne aveva”. Lo scrivono il Direttore Operativo di “Verdidea Srl” Walter Rottura e il Caposquadra Valerio Ferrari. “Noi siamo -aggiungono – purtroppo, del “PISO” antico diceva la nonna. Amiamo la poesia, un bicchiere di rum agricolo, le canzoni di De gregori, il profumo del prato appena tagliato. Ci svegliamo all’ alba per regolare gli irrigatori di Giovino, spazziamo le aiuole prima che I bagnanti ne usufruiscano, potiamo le siepi sorridendo ai bimbi delle scuole, ci preoccupiamo dei vecchi alberi certificando scientificamente il loro benessere. Sudano I nostri giardinieri, tutti Catanzaresi DOC, sudano e lavorano. Ci mettono passione e amore.Spiace che un Consigliere del Comune di Catanzaro scriva come un qualunque fruitore di facebok. A questo punto poco importa che l’ albero in questione sia fuori dalle nostre competenze (C.S.A. allegato C), poco importa che l’ albero in questione sia una Robinia specie invasiva ed inserita nell’ elenco europeo delle specie da eliminare, poco importa se si denigri pesantemente dell’ operato di 17 concittadini.Poco importa che cigli e bordi stradali riguardano altre aziende o addirittura altri Enti (provincia,anas ecc). Il fatto che ci sorprende e che ci da’ la dimensione del contesto e’ che un Amministratore chieda ” l’ avvicendamento della Verdidea.” Purtroppo sia il capitolato della gara in oggetto che la legge 50/2016 della Repubblica Italiana prevedono una serie di impegni sia da parte del gestore del servizio sia da parte della Stazione Appaltante.Impegni che con tanto sacrificio TUTTI stanno cercando di assolvere. Ma siamo certi che tutti i consiglieri del capoluogo di regione conoscano perfettamente le leggi, i bandi ed i capitolati . “Forsi tanticchia d’ aria di mari gli avrebbi giovato ” scriveva Camilleri”.

Più informazioni su