Quantcast

Operazione ‘Tax prisoners’, torna in libertà Salvatore Lioi

Al trentatreenne di San Sostene è contestata dagli inquirenti la partecipazione ad un'associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti


Il Tribunale del Riesame di Catanzaro, con provvedimento assunto all’esito dell’udienza camerale del 7 agosto 2019 e notificato quest’oggi, ha annullato l’ordinanza cautelare a carico di Salvatore Lioi, al quale lo scorso 23 luglio era stata applicata la misura custodiale degli arresti domiciliari (LEGGI QUI) nell’ambito dell’inchiesta denominata “Tax Prisoners”, condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Catanzaro (LEGGI QUI).

Al trentatreenne di San Sostene è contestata dagli inquirenti la partecipazione ad un’associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti che risulterebbe attiva nel territorio del soveratese. 

Il Tribunale, accogliendo le istanze della difesa, rappresentata dagli avvocati Maria Concetta Cristofaro e Saverio Pittelli, ha tuttavia annullato integralmente il provvedimento coercitivo in relazione alla posizione di Lioi, restituendogli così la piena libertà, non ravvisando – evidentemente – la sussistenza di gravi indizi di colpevolezzain ordine ai reati contestati a suo carico.