Quantcast

La stazione del quartiere Lido non è a misura di disabile (FOTO)

Gli ascensori non funzionano e le rampe d'accesso sono carenti


È un dato di fatto: la stazione del quartiere Lido di Catanzaro non è a misura di disabile. Per chi si trova nella condizione di non poter usare le scale c’è una palese impossibilità a muoversi all’interno della stazione, che potenzialmente avrebbe tutte le carte in regola per permettere ad un disabile di muoversi in autonomia e senza particolari difficoltà.

tre ascensori presenti, per raggiungere i binari e consentire l’utilizzo del sottopassaggio che collega la zona centrale del quartiere marinaro con il rione Fortuna, non sono in funzione. Il problema si aggrava per l’assenza di rampe in prossimità delle scale, l’unica alternativa che avrebbe potuto ovviare al disagio, vi è infatti una sola rampa esistente all’ingresso del sottopassaggio in direzione rione Fortuna ma che, essendo la sola, blocca i potenziali visitatori inabili all’interno dello stesso, non trovando dalla parte opposta rampe in uscita.

A denunciare la situazione è anche il Consigliere Comunale Antonio Ursino: “Da diverso tempo i residenti hanno portato alla mia attenzione il problema. La situazione va risolta al più presto per permettere a chi non può utilizzare le ordinarie vie di passaggio di potersi muovere in autonomia – ha dichiarato – Ma la questione non si ferma qui, all’interno del quartiere marinaro ci sono tante situazioni del genere da contrastare. I cittadini irrispettosi non devono più ostacolare chi ha un impedimento fisico, occupando prepotentemente parcheggi riservati ai disabili e bloccando l’utilizzo delle rampe di accesso in varie zone del quartiere.”

C’è da fare un importante lavoro di educazione civica nel rispetto di  chi si trova in condizioni di svantaggio, ed è necessario un impegno da parte di tutti al fine di eliminare tutte quelle barriere fisiche che amplificano le situazioni di disagio.

MTR