Quantcast

Riaperto il rifugio di ‘Astarte’

Grazie al sostegno del Comune di Miglierina e della Chiesa Valdese


Il centro totalmente ristrutturato, e arredato è stato riaperto, permettendo all’associazione di fornire nuovamente ospitalità a donne che potranno così sentirsi a casa, per questo motivo il centro antiviolenza sta provvedendo alla formazione delle operatrici che curano direttamente l’accoglienza e la permanenza presso il Rifugio.

L’associazione Astarte nasce, come è già noto a molti, nel 2011 per attuare un vero e proprio lavoro di contrasto alla violenza di genere.
Formato da un equipe multidisciplinare, di assistenti sociali psicologhe avvocate e operatrici volontarie, fornisce assistenza e supporto alle donne vittime che decidono di intraprendere tutte le azioni necessarie a interrompere la violenza.

Oltre a un servizio H24 che viene fornito mediante il suo numero verde 800642882 e il CAV sito in Via P.Orsi 1 a Catanzaro, da qualche anno offre ospitalità presso la Casa Rifugio sita a Miglierina. 

Già da inizio anno le donne rivoltesi al CAV sono 50, il lavoro incessante di Astarte è reso possibile anche dalla collaborazione con enti come la Tavola Valdese e il Comune di Miglierina indice di come la cooperazione e la rete possano creare riscontro positivo alle richieste di aiuto.
La Chiesa Valdese, rappresentata in Calabria dal pastore Jens Hansen, offre sostegno economico, finanziando i progetti di Associazioni anche laiche che operano nel sociale, grazie ai fondi del 8×1000 anche quest’anno sovvenzionerà il servizio offerto sul territorio dall’Associazione.

Il Comune di Miglierina, con a capo il Sindaco Pietro Hiram Guzzi, ha concesso a titolo gratuito sin dall’apertura i locali della Casa Rifugio, che quest’estate sono stati adeguati.

Entusiasti affronteremo questo nuovo anno di lavoro, con l’auspicio di infondere nelle nostre donne la certezza di non essere sole.