Quantcast

Vicenda Copross: parlano gli avvocati

Susanna Simbari e Gianpaolo Stanizzi commentano la decisione del Tribunale civile di Catanzaro


“Il provvedimento depositato ieri dal Tribunale Civile di Catanzaro ha una importante rilievo giuridico avendo il Collegio valutato correttamente il ruolo avuto nella vicenda dal Copross, il consorzio di enti locali della Provincia di Crotone, presso il quale la Signora Alessandra Infante era l’ unica candidata”. Lo scrivono dopo la desicione del Tribunale civile di Catanzaro gli avvocati Susanna Simbari e Gianpaolo Stanizzi.

“La, pur simbolica, condanna al pagamento delle spese legali in favore dell’ Inps ed a carico anche del Copross, schieratosi a sostegno delle ragioni dell’ Infante – scrivono gli avvocati – sono la conferma del modus operandi del Consorzio, complice di un ingresso nei ruoli dell’Inps, così come più volte ribadito dalla Corte d’Appello di Catanzaro e dalla Corte di Cassazione. Ricordiamo che il personale di un ente pubblico economico, che assume il personale senza un pubblico concorso, non può godere delle possibilità di migrazione a vario titolo (mobilità, comando ecc.) verso la Pubblica Amministrazione”.