Quantcast

Case: a Catanzaro tavolo permanente tra professionisti e istituzioni

Su proposta del presidente dell'ordine degli Avvocati, Antonello Talerico, coinvolgerà ordini professionali, Federproprietà e Camera di Commercio del capoluogo calabrese e si occuperà di diverse problematiche del settore


Condominio e locazioni fra regole e prospettive” è il tema su cui si sono confrontati, nel corso di un seminario che si è tenuto a Catanzaro, nella sala delle Culture della Provincia, ordini professionali, Federproprietà e Camera di Commercio del capoluogo calabrese. 

A dare il benvenuto ai presenti il presidente del tribunale di Catanzaro, Giuseppe Valea, e la vicepresidente della Camera di Commercio del capoluogo Tommasina Lucchetti, da sempre molto sensibile alla tematica in questione.

Molti i temi trattati, dall’aumento della cedolare secca che pende come una spada di Damocle su tutte le parti in causa del settore, perché considerata un’altra stangata sulla casa, agli accordi territoriali e le condizioni, di cui ha parlato Francesco Granato, vicepresidente vicario di Federproprietà, che ne dovrebbero agevolare l’applicazione, se la cedolare secca restasse al 10% e non fosse portata al 12% come paventato nell’ipotesi prevista nella Legge di Bilancio 2020. 

L’intervento di Antonio Celi, presidente dell’ordine Agronomi e forestali di Catanzaro, ha riguardato il tema della foresta urbana. Più tecnico, invece, l’argomento di Giuseppe Macrì, presidente dell’ordine degli Architetti di Catanzaro. Su i profili fiscali e di alcuni aspetti in materia di condominio e locazione è stato incentrato l’intervento del presidente dell’ordine dei Commercialisti, Rosa Petitto
La relazione del presidente degli Ingegneri Gerlando Cuffaro, invece, ha affrontato i profili tecnico-normativi e le implicazioni sul tema oggetto del seminario. 

Il presidente dell’ordine degli Avvocati di Catanzaro, Antonello Talerico, ha proposto l’istituzione del tavolo permanente degli Ordini Professionali, congiuntamente a Federproprietà e alla Camera di Commercio, per l’individuazione delle migliori soluzioni tecniche anche con riferimenti alle altre tematiche. 

Talerico ha, inoltre, avanzato l’idea di “organizzare un corso di alta formazione per gli amministratori di condominio per creare un elenco di professionisti da tenere presso tutti gli ordini e Federproprietà e di strutturare un modello di regolamento condominiale rispetto al quale far uniformare i vari condomini per la risoluzione delle varie criticità interpretative e per coordinarsi rispetto alla normativa di riferimento”. Tra le altre questioni, infine, il presidente Talerico ha proposto di porre particolare attenzione a “tutte quelle unità immobiliari destinabili ad uso parcheggio che consentirebbe un maggior sfruttamento della stessa proprietà immobiliare ed una importante risoluzione al problema parcheggi specie nel centro storico”.

L’adesione alle proposte del presidente Talerico, prima fra tutte quella del tavolo permanente composto da tutti gli ordini professionali, da Federproprietà e dalla Camera di commercio, è stata unanime, con un primo incontro da stabilire.