Quantcast

Gli odontoiatri al servizio delle famiglie

La tutela del cittadino passa dal rapporto di fiducia col proprio medico Rivolgersi solo a medici iscritti all'Ordine


La tutela del cittadino passa dal rapporto di fiducia col proprio medico ed è importante rivolgersi solo a coloro che sono iscritti all’Ordine: è chiaro e forte il messaggio che lancia la CAO – la Commissione Albo Odontoiatri di Catanzaro – presieduta dal dott. Salvatore De Filippo.

Concetti importanti che sono stati ribaditi nell’ambito dello scorso appuntamento del corso di aggiornamento, “Gli odontoiatri al servizio delle famiglie”, promosso dalla stessa CAO.
Vincente la scelta del presidente De Filippo di prevedere un evento che affrontasse i tanti aspetti normativi, sindacali, sociologici legati alla professione, raccontandoli attraverso la visione di chi è chiamato a garantire la salute dei cittadini (i presidenti CAO), chi la tutela (il sindacato), chi la racconta (i giornalisti) e chi la vive (i dentisti). 

Molto soddisfatto De Filippo: “E’ stato un appuntamento intenso nel quale abbiamo approfondito temi che stanno molto a cuore a noi odontoiatri, come le forme di esercizio della professione, le autorizzazioni sanitarie e la pubblicità. Devo ringraziare la maggior parte degli iscritti al nostro albo perché svolgono la loro professione in linea con le indicazioni del nostro codice deontologico, sempre considerando il rispetto dei pazienti e la necessità di una corretta informazione”.

Ad animare il dibattito è stato Norberto Maccagno, direttore responsabile di Odontoiatria33, che ha evidenziato come l’odontoiatria stia cambiando. In particolare, dalle informazioni raccolte, emerge come non ci sia più la tendenza ad aprire uno studio proprio e, tra le motivazioni, risulta essere la parte gestionale e burocratica tra i maggiori fattori di freno, oltre all’impegno economico.
Il presidente provinciale ANDI, Enrico Cataneo, ha sottolineato l’azione dell’ANDI rivolta a tutelare la salute dei cittadini e del professionista.

Unanimi il presidente CAO Cosenza, Giuseppe Guarnieri, il presidente CAO Crotone, Corrado Bellezza e il presidente CAO Vibo Valentia, Giovanni Rubino, nel sostenere che i messaggi pubblicitari diffusi debbano essere corretti per difendere la salute del paziente: “I cittadini devono sapere che molta pubblicità può essere ingannevole e, al di sotto di determinati costi,la prestazione non può essere considerata sicura e corretta;per una maggiore tutela occorre rivolgersi ad odontoiatri iscritti all’Ordine”.

Il 23 novembre si terrà l’ultimo appuntamento del Corso di Aggiornamento – la cui segreteria organizzativa è gestita dalla Present & Future, Congressi ed Eventi – ma, intanto, il 15 e il 16 novembre, all’Auditorium dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, si svolgerà la terza edizione del Congresso Regionale Calabria-Sicilia di Odontoiatria, dal titolo “Agire con competenza nella pratica clinica

Un appuntamento molto atteso – organizzato dalla Commissione Albo Odontoiatri (CAO) della Calabria e della Sicilia, dall’Associazione Nazionale Dentisti Italiani (ANDI ) della regione Calabria e dalla Società Italiana di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale(SIOMFC) – che riunirà il mondo Ordinistico, Sindacale e Universitario.