Quantcast

Catanzaro: ‘Sul presepe di sabbia’

Le riflessioni di Antonio Bevacqua ex sindaco del capoluogo di regione


Riceviamo e pubblichiamo da Antonio Bevacqua*

Con riguardo all’iniziativa “il Presepe di sabbia” sottolineo che non è mia intenzione entrare nel merito del valore artistico del particolare tipo di opera – ne ho già viste tante sulle spiagge di mezzo mondo – e di questa in particolare, che non ho ancora visitato. Allo stesso modo preciso che non è mia volontà discutere sulle opportunità politico amministrative dell’istallazione: altri lo hanno fatto, immagino in termini competenti. Chiedo solo se era proprio indispensabile realizzare tale iniziativa affliggendo la vista con quell’imponente e ingombrante copertura situata nell’intera unica piazza che sotto le feste natalizie mi sarei aspettato addobbata in termini certamente più decorosi. Non so se altri siano della mia idea ma non faccio fatica a dire che quell’informe capannone di plastica bianca non fa onore ad un centro storico che si vorrebbe, giustamente, rivitalizzare anche attraverso il suo arredo ed immaginare che il manufatto debba rimanere lì per due mesi mi inquieta da cittadino che ambisce alle migliori sorti della sua Città, non ultime quelle estetiche“.

*già Sindaco di Catanzaro